Il Cus Perugia lotta ma si arrende al Cus Parma

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Marzo 1, 2017 17:27
Conti Rinaldo (attacco)

Cus Perugia in attacco con lo schiacciatore Rinaldo Conti (foto Michele Benda)

Non è stata sufficiente una prestazione di cuore al Cus Perugia per iniziare col passo giusto l’avventura nei Campionati Nazionali Universitari 2017. Peccato per i padroni di casa che non hanno potuto contare sul tecnico Sideri, indisposto, ed hanno tamponato l’assenza improvvisa con Tosti che ha svolto il ruolo di allenatore in panchina. La rappresentativa di pallavolo maschile si è mostrata tonica ma è stata superata dopo una battaglia di cinque set dal Cus Parma che ha avuto un gioco più pulito e concesso di meno. Una differenza di piccoli dettagli che però consente agli studenti umbri di sperare in un ribaltamento di fronte nella gara di ritorno che si giocherà a campi invertiti tra due settimane. Il match comincia con i padroni di casa che hanno qualche sbavatura e cedono il comando, sulla banda Benedetti si fa sentire e un ace di Conti riporta in asse (9-9). A far ripartire i parmigiani sono gli errori biancorossi che causano un gap di quattro lunghezze ma il turno di battuta di Servettini riapre (15-16). Troppi i regali (ben undici) che nel finale pesano come macigni, due ace di Vecchi sanciscono l’uno a zero ospite. Alla ripresa Stoppelli suona la carica e Conti (sette palle a terra) si esalta in attacco mandando avanti i locali (11-6). Il margine cresce sino al più sette ma la gestione dai nove metri non è impeccabile e consente agli emiliani di accorciare (18-14). Pellegrini in attacco e Savi a muro hanno un guizzo d’orgoglio e riducono ulteriormente (22-19). Qualche brivido finale per la squadra orchestrata da Cricco ma Benedetti toglie le castagne dal fuoco e firma la parità. Nel terzo set si avanza spalla a spalla per un po’ (8-8). Il servizio di Arena lancia i parmigiani che allungano trovando impreparata la ricezione umbra (10-15). L’ingresso di Cappelletti non serve a fermare l’emorragia (altri nove errori nella frazione) perché Vecchi è incontenibile (16-22). Il nuovo vantaggio Parma arriva su attacco di Pellegrini. Il quarto frangente di gioco inizia con Merli al centro, sono due suoi muri consecutivi a fermare la fuga avversaria e a mettere la freccia (8-7). In attacco Cappelletti (sette colpi a bersaglio) trova sempre la soluzione migliore e tiene il comando, il break arriva su qualche regalo ospite (18-15). La gestione dei locali è lucida e Stoppelli a rete è un falco (22-17). A rimandare la sentenza è Benedetti. Il tie-break parte male, tre punti ospiti costringono subito al time-out i perugini ma Pellegrino non si ferma (5-8). Nella seconda metà del set decisivo è Vecchi (miglior realizzatore della gara) che accelera e spinge al successo Parma. In attesa della sfida decisiva il presidente Pier Luigi Cavicchi ed il suo staff colgono l’occasione per ringraziare le società sportive Città di Castello Pallavolo, Volley Ball Foligno e Grifo Perugia che si sono dimostrate sensibili alla causa sportiva universitaria permettendo ai propri tesserati per poter disputare questo prestigioso torneo.
CUS PERUGIA – CUS PARMA = 2-3
(18-25, 25-23, 18-25, 25-19, 10-15)
PERUGIA: Conti 16, Benedetti 15, Stoppelli 13, Amore 5, Servettini 4, Cricco 4, Lensi (L). Cappelletti 10, Merli 4, Piersanti, Giglio, Schippa. All. Andrea Tosti.
PARMA: Vecchi 24, Pellegrini 15, Savi 11, Arena 9, Monica 5, Morini 4, Gulisano (L), Alberti 1. All. Roberto Malpeli.
Arbitri: Marco Nampli ed Andrea Galteri.
PERUGIA (b.s. 16, v. 2, muri 7, errori 21).
PARMA (b.s. 9, v. 7, muri 9, errori 16).
(fonte Cus Perugia)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Marzo 1, 2017 17:27