Perugia: Bernardi e Birarelli lanciano la sfida a Trento

Pianeta Volley
By Pianeta Volley marzo 17, 2017 16:30
Bernardi-Birarelli

Lorenzo Bernardi ed Emanuele Birarelli (foto Michele Benda)

Quella che la Sir Safety Conad Perugia si prepara a disputare sarà una semifinale davvero carica di emozioni soprattutto per coach Bernardi ed il capitano Birarelli, due elementi legati fortemente alla città di Trento. L’allenatore Lorenzo Bernardi, i cui natali sono ai piedi delle Dolomiti, dice: «L’approccio alla partita sarà determinante per entrare in ritmo da subito, andremo a giocare contro una squadra che ha una base molto solida, principalmente dipenderà da come l’affronteremo noi. Di certo Giannelli è un palleggiatore che non fa sempre le stesse cose e dunque dovremo essere anche bravi ad adattarci alle sue scelte. Abbiamo avuto una pausa abbastanza lunga ma non deve essere un alibi, queste sono le regole ed abbiamo cercato di prepararci con grande scrupolo, cercheremo di avere un buon livello di gioco. Alle semifinali della superlega sono arrivate le quattro squadre migliori e adesso saranno i dettagli a fare le differenze. Ci siamo preparati bene, ultimamente abbiamo avuto delle buone percentuali d’attacco, la squadra ha sempre avuto tra il 55% ed il 60% ed è un buon rapporto, anche in battuta abbiamo avuto una discreta efficacia con pochi errori, questi nostri punti di forza dobbiamo farli pesare ma nel contempo dobbiamo lavorare sui punti deboli, avere consapevolezza di questo significa essere pronti a sfruttare magari le opportunità per fare una difesa in più. La concentrazione è fondamentale perché le pause possono essere pagate molto care adesso, dunque non dobbiamo concederle. Per quanto riguarda la chmapions league sono contento che sia entrata Dhl. Avevo avuto un grosso rammarico quando l’anno scorso era uscita dal mondo della pallavolo, una società all’avanguardia che serve al nostro ambiente. Conosco bene l’azienda e sono convinto che insieme alla società sportiva preparerà un evento mai visto prima. Saranno tanti i Sirmaniaci in trasferta, dobbiamo sdebitarci con loro che in oltre 400 gremiranno il Pala-Trento, gente che sacrifica il proprio tempo e che dimostra un grande attaccamento alla squadra, ci proveremo sino alla fine per regalare loro un sorriso. Ogni giornalista ha la sua visione della partita, leggo i giornali e capisco che per i giornalisti non è facile descrivere le situazioni e fare delle analisi oggettive perché spesso il parere è condizionato da un singolo pallone che rimane in testa più di altri; molto spesso a caldo si fanno delle disamine in base a ciò che ricordi meglio ma poi leggendo le statistiche ti accorgi che può essere differente. Sono sempre stato convinto delle mie capacità, è logico che un buon allenatore deve avere anche una buona squadra per ottenere grandi risultati, ringrazio sempre la società sportiva di Perugia per l’opportunità che mi ha dato». Anche il centrale Emanuele Birarelli, otto stagioni in maglia trentina, afferma: «Rispetto a qualche tempo fa siamo migliorati molto, sia in attacco che in battuta, i risultati lo hanno confermato, quello che abbiamo fatto ieri non so se basterà domani ma la strada intrapresa è quella buona. Tornare a Trento significa avere molti ricordi ma sono pienamente concentrato su quello che ho da fare oggi e sul fatto che dobbiamo vincere. Non penso che Trento sia stanca per aver giocato nel turno infrasettimanale e non so dire se sia stato più o meno utile, di certo anche noi siamo scesi in campo per un’amichevole e dunque siamo pronti per la sfida. In questa fase, più che in altre, è molto importante saper gestire la propria serenità, non perderla dopo una sconfitta e non eccedere in caso di vittoria, tutti insieme cerchiamo di fare il meglio possibile».

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley marzo 17, 2017 16:30