Perugia coglie la prima mela e Trento resta digiuna

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Marzo 25, 2017 20:41
Zaytsev Ivan (attacca)

Sir Safety Conad Perugia in attacco con lo schiacciatore Ivan Zaytsev (foto Michele Benda)

La semifinale dei play-off si tinge dei colori bianconeri della Sir Safety Conad Perugia che trionfa superando gli imprevisti e portandosi sull’uno pari davanti ad una folla di quattromila spettatori infervorati sugli spalti del Pala-Evangelisti. Affonda in gara-due la formazione della Diatec Trentino apparsa un po’ annebbiata rispetto alla settimana precedente, ma la sensazione è che siano stati i block-devils a confondergli le idee. Perugia accorcia il divario nel bilancio degli scontri diretti, ma soprattutto graffia la serie mostrando la sua vitalità. Partita che ha entusiasmato per l’estremo equilibrio visto in campo, col momento decisivo che si è verificato nel secondo set con i padroni di casa che hanno operato la rimonta decisiva contro questa bestia nera. Un match che i perugini cominciano con Berger titolare al posto dell’infortunato Russell, come da previsioni. In avvio c’è la sensazione di grande nervosismo e le squadre giocano contratte, Zaytsev viene murato un paio di volte mentre Stokr passa con autorità e Perugia si trova ad inseguire, riuscendo a tenere il fiato sul collo sino a che il ceco opera l’affondo letale al servizio (13-17). Una provvidenziale chiamata al video-check evita il più cinque ospite e la successiva buona giocata in difesa consente di ridurre (16-18). Tante le sostituzioni sul finire di set ma si continua a lottare punto a punto con gli ospiti che non mollano sino alla battuta velenosa di Zaytsev che propizia la free-ball ed Atanasijevic (sette colpi vincenti in apertura) sigla la parità sul 23-23. Si va ad oltranza, per andare in vantaggio ci sono tre tentativi per parte ma sono annullati, decisivo è Birarelli dai nove metri che mette in difficoltà la ricezione avversaria e Podrascanin mura per l’uno a zero. Alla ripresa il copione è identico, i settentrionali scavano un piccolo solco col servizio che trova impreparata la retroguardia avversaria in due occasioni (11-13). Entra Buti al posto di Birarelli ma Lanza e Stokr in attacco sono impeccabili e portano il margine a tre (14-17). Il giro dietro di Della Lunga non porta gli effetti sperati e nemmeno l’inserimento di Mitic, stavolta gli ospiti vanno via sciolti e pareggiano con Van de Voorde. Nella terza frazione c’è Buti in campo al posto di Birarelli, gli idoli di casa riescono a mettere il naso avanti approfittando di una leggerezza avversaria (7-5).  La differenza rimane sottile ma nessuna delle due squadre riesce a sbloccarsi gestendo male la rimessa in gioco che commette diversi errori, entra Birarelli che spezza l’incantesimo e mette in difficoltà con la sua float consentendo a Podrascanin di attaccare per l’allungo, poco dopo Solè sbaglia e di seguito Podrascanin sbarra la strada a Mazzone (21-16). Ormai l’inerzia è segnata ed il nuovo vantaggio arriva su errore di Lanza. Il quarto periodo comincia male con i perugini che incappano in qualche errore e costringono coach Bernardi a chiamare tempo (4-8). La scossa arriva da Berger che mette giù diversi palloni e ricuce (9-10), la lotta è serrata ma Trento amministra male dal servizio sparando in rete spesso e volentieri, Perugia attende il momento buono per pareggiare grazie ad un contrattacco di Zaytsev, un suo murone mette la freccia ed un francobollo di Podrascanin consolidano il gap (22-19). È rumore bianco al Pala-Evangelisti che diventa incandescente, si arriva ad avere tre palle-match e quando Lanza spara in rete l’ennesimo servizio scoppiano le gradinate. Se sia la vittoria che sblocca Perugia contro uno degli spauracchi non si sa, ma di certo è stato esorcizzato anche l’appuntamento davanti alle telecamere della Rai. Ed ora tutti pronti ad andare a Trento il nove aprile.
SIR SAFETY CONAD PERUGIA – DIATEC TRENTINO = 3-1
(30-28, 20-25, 25-19, 25-22)
PERUGIA: Atanasijevic 22, Berger 11, Zaytsev 10, Podrascanin 9, Birarelli 3, De Cecco, Bari (L1), Buti 6, Della Lunga, Mitic, Tosi (L2). N.E. – Paris, Chernokozhev, Franceschini. All. Lorenzo Bernardi e Carmine Fontana.
TRENTO: Stokr 16, Solé 12, Lanza 7, Van de Voorde 8, Urnaut 8, Giannelli 4, Colaci (L), Mazzone D. 4, Nelli 2, Mazzone T. 1, Chiappa. N.E. – Blasi, Burgsthaler. All. Angelo Lorenzetti e Dario Simoni.
Note – Spettatori 3’938.
Durata dei set: 38’, 26’, 27’, 29’.
Arbitri – Fabrizio Pasquali (AP) e Gianni Bartolini (FI).
SIR CONAD (b.s. 25, v. 3, muri 11, errori 7).
DIATEC (b.s. 26, v. 6, muri 7, errori 14).



Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Marzo 25, 2017 20:41