Perugia si ferma a Trento ma il duello è aperto

Pianeta Volley
By Pianeta Volley marzo 19, 2017 21:01
Birarelli Emanuele (attacco)

Sir Safety Conad Perugia in attacco con il centrale Emanuele Birarelli (foto Michele Benda)

La Sir Safety Conad Perugia accarezza il sogno di compiere l’impresa ma in un match che pareva essersi messo sui binari giusti, gli uomini di coach Bernardi, alla sua prima panchina nella sua città natale, calano alla distanza e vengono superati. Il vantaggio del campo in gara-uno della semifinale scudetto ha agevolato la Diatec Trentino che ha mantenuto imbattibilità interna stagionale nel momento più importante del campionato italiano. Oltre quattrocento tifosi al seguito hanno spinto con tutto il loro entusiasmo i block-devils al Pala-Trento, ma non è bastato per una questione di dettagli e lucidità nei finali dei parziali incandescenti. Resta la magra consolazione di aver messo insieme più punti dei rivali (93 Perugia e 92 Trento), ma tutto ciò nella pallavolo sa solo di beffa. La squadra ospite, in maglia rossa, comincia col passo giusto grazie ad un superbo Atanasijevic e agli ace, prima di Zaytsev, poi di Russell ed infine di capitan Birarelli (6-11). I dolomitici non riescono a proporre una valida resistenza incappando in una serie di errori che peggiorano la situazione (12-21). La ricezione perugina regge bene e di conseguenza l’attacco va alla grande (72%), tutto facile sino all’uno a zero siglato da Podrascanin. Nella seconda frazione l’urlo del Pala-Trento si alza, cercando di scuotere i padroni di casa che raccolgono l’invito ed entrano aggressivi portandosi avanti (7-4). Gli umbri rimangono guardinghi e sul turno di battuta di Birarelli la situazione si ribalta grazie al buon lavoro nella correlazione muro-difesa (9-10). Un monumentale Podrascanin a rete impedisce ogni iniziativa ai locali che però con orgoglio trovano con Solè il muro del pareggio, il primo della gara per loro (18-18). Si avanza a stretto contatto di gomito, un errore dei settentrionali permette di tornare al comando ma Lanza rovescia con due bombe al servizio (22-21). L’occasione del controsorpasso è sciupata da Birarelli che si fa murare e poi il muro ferma anche Atanasijevic propiziando il pareggio siglato da Urnaut. Nella terza frazione tornano in campo frastornati gli umbri che subiscono un po’ troppo passivamente (6-3). Una chiamata al video-check che viene giudicata contraria lascia molti dubbi ed innervosisce il clima nel quadrato ospite (10-6). Ma forse è proprio questo fatto a caricare di rabbia i perugini che aumentano la cattiveria e con difese superbe consentono a De Cecco di rigiocare in contrattacco, al termine di uno scambio prolungato Atanasijevic mette il naso avanti (15-16). La gara si fa interessante, le azioni sono tutte delicate e gli animi si surriscaldano, sul 20-19 Lanza ed Atanasijevic si beccano un cartellino giallo a testa. Il muro di Zaytsev su Stokr torna a far pendere l’ago dalla parte di Perugia (21-22). Il muro di Podrascanin guadagna due palle-set ma l’ace di Antonov riallinea (24-24). Allo sprint fatale è l’errore di Atanasijevic che vale il due ad uno per Trento. Il quarto periodo comincia con una penalità, cartellino rosso a coach Bernardi per le proteste del finale precedente. La lotta è aspra anche se Atanasijevic fatica enormemente a mettere palla a terra, dalla parte opposta della rete anche Stokr cala e così viene sostituito (15-15). A sbloccare è il muro di Zaytsev ma il neoentrato Nelli dimostra di essere una risorsa, opera l’aggancio e propizia il sorpasso (18-18). L’occasione di tornare al comando c’è, ma non viene sfruttata e Nelli mura per il 23-21, Van de Voorde per il 24-21. A chiudere la contesa è l’errore al servizio di Berger. Sabato si torna a Perugia per la seconda sfida ed il Pala-Evangelisti si prepara a rispondere adeguatamente.
DIATEC TRENTINO – SIR SAFETY CONAD PERUGIA = 3-1
(16-25, 25-22, 26-24, 25-22)
TRENTO: Lanza 15, Van de Voorde 13, Urnaut 11, Solé 9, Stokr 7, Giannelli 1, Colaci (L1), Nelli 3, Antonov 1, Mazzone D. 1, Mazzone T. N.E. – Blasi, Burgsthaler, Chiappa (L2). All. Angelo Lorenzetti e Dario Simoni.
PERUGIA: Zaytsev 16, Atanasijevic 13, Podrascanin 11, Russell 9, Birarelli 7, De Cecco 4, Bari (L1), Berger 1, Della Lunga, Mitic, Tosi (L2). N.E. – Buti, Paris, Chernokozhev. All. Lorenzo Bernardi e Carmine Fontana.
Note – Spettatori 3’896.
Durata dei set: 21’, 27’, 34’, 27’.
Arbitri – Omero Satanassi (RA) e Giorgio Gnani (PC).
DIATEC (b.s. 22, v. 6, muri 7, errori 10).
SIR CONAD (b.s. 22, v. 7, muri 8, errori 9).


Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley marzo 19, 2017 21:01