Un Cus Perugia dal grande cuore batte Parma

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Marzo 14, 2017 17:00
Benedetti-Stoppelli (muro)

Cus Perugia a muro con Leonardo Benedetti e Davide Stoppelli (foto Michele Benda)

Vende cara la pelle e riesce a ribaltare il risultato d’andata la squadra maschile di pallavolo del Cus Perugia che però sorride a denti stretti perché manca di un soffio il suo obiettivo. La vittoria al tie-break riscatta lo stop interno patito con lo stesso punteggio ma per una questione di punti fatti e subiti nelle due partite sfumano le finali dei Campionati Nazionali Universitari 2017. Ad essere fatale al sestetto biancorossoblu è stato il secondo parziale, perso con ampio scarto, quello che ha praticamente regalato al Cus Parma il pass per l’epilogo della competizione. Una affermazione ed una sconfitta, cinque set vinti e cinque persi, alla fine dei conti la discriminante che ha deciso chi dovesse andare a Catania è stato il temuto quoziente punti (193 punti messi a segno e 203 al passivo). Scelte obbligate per il team del presidente Pier Luigi Cavicchi che non ha potuto disporre del centrale Servettini, fermo per un problema di salute, ma gli studenti umbri hanno moltiplicato gli sforzi per compiere l’impresa. La gara inizia con gli ospiti che appaiono subito determinati con Conti e Benedetti sugli scudi (11-15), non demordono gli emiliani ma quando comincia a prendere le misure il muro di Merli e di Stoppelli (due a testa) il recupero diventa impossibile. Dopo l’inversione dei campi Sartoretti propizia la reazione dei padroni di casa con una bella serie di attacchi che causano la scollatura (12-9). La ricezione ospite non arriva più fluida e solo Conti riesce ad impensierire, entra Piersanti per sistemare la seconda linea ma è inutile, inevitabile il pareggio. Nel terzo frangente forzano in battuta i parmigiani che scoprono il fianco della ricezione avversaria (14-4). Gli umbri sono in bambola e non approfittano nemmeno dei regali altrui perché Allesch è incontenibile e trascina sul due ad uno. Quarta frazione che comincia con la consapevolezza di non dover più concedere nulla, Cricco gestisce bene la squadra e con la sua battuta (anche due ace), opera l’allungo decisivo che rimanda la sentenza. Al tie-break si lotta strenuamente ed i parmigiani sembrano prevalere (10-8), qui esce fuori l’orgoglio di Perugia che con Benedetti trovano la forza di mettere a segno il colpo di reni. Il dirigente Andrea Tosti non dimentica di ringraziare i club Città di Castello Pallavolo, Volley Ball Foligno e Grifo Perugia, che hanno concesso ai loro atleti la possibilità di disputare questo prestigioso torneo. Un ringraziamento particolare va fatto alla Polisportiva Monteluce che ha permesso al tecnico Lubomir Yotov di liberarsi all’ultimo momento per guidare la squadra dalla panchina.
CUS PARMA – CUS PERUGIA = 2-3
(17-25, 25-20, 25-12, 18-25, 11-15)
PARMA: Allesch 27, Sartoretti 13, Vecchi 10, Savi 6, Moroni 3, Alberti 2, Gulisano (L), Pizzelli 5, Arena, Pellegrini, Monica, Marocchi. All. Roberto Malpeli.
PERUGIA: Conti 19, Cappelletti 13, Merli 13, Stoppelli 11, Benedetti 10, Cricco 6, Lensi (L), Piersanti 2, Giglio, Rossi, Schippa. All. Lubomir Yotov.
Arbitri: Luca Bianchi e Marco Rossi.
PARMA (b.s. 11, v. 5, muri 5, errori 12).
PERUGIA (b.s. 17, v. 7, muri 11, errori 13).
(fonte Cus Perugia)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Marzo 14, 2017 17:00