Fortebraccio Perugia, tris di delusioni in prima divisione femminile

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 11, 2017 10:30
Cimaroli Marco

Marco Cimaroli

La Fortebraccio Perugia ha rimediato tre sconfitte consecutive nelle ultime tre partite disputate con avversari di tutto rispetto quali Ponte Valleceppi, Foligno e Ponte Felcino, allontanandosi definitivamente dai quartieri alti della classifica di prima divisione femminile (girone B). La sequenza negativa è iniziata sul campo ostico del Ponte Valleceppi dove la locale formazione è stata autrice di una prestazione dagli alti contenuti tecnici e agonistici memore anche del risultato della gara di andata. Lo scontro si è distinto per un sostanziale equilibrio solamente nel primo set e si è concluso con il risultato di tre a zero (25-23, 25-19, 25-20). La partita era comunque iniziata sotto le peggiori premesse in quanto ha registrato l’assenza di Lavinia Marinelli ferma da diverso tempo per uno stiramento ai legamenti della caviglia sinistra e i problemi fisici nell’allenamento del venerdì sera di Valentina Tosti. L’unica nota lieta è stato il rientro di Cecilia Bracuto dopo più di un mese per via di una brutta polmonite. Successivamente le perugine hanno incontrato tra le mura amiche la giovane Vis Foligno, prima della classe incontrastata. La partita si è conclusa con un secco tre a zero con parziali che però denotano un grande equilibrio tra le contendenti (21-25, 23-25, 22-25). La differenza è stata fatta, tra le file folignati, dai potenti attacchi delle giovanissime Stella e Carletti, dai quali nulla ha potuto l’ottima organizzazione difensiva delle biancorosse che hanno comunque cercato di opporsi con tutte le proprie forze ricorrendo anche all’ingresso fin dall’inizio nel ruolo di centrale di Silvia Ferranti alla sua prima partita da titolare. Infine, nel week-end appena trascorso, è stata Ponte Felcino a spegnere definitivamente le velleità delle fortebraccine con un tre ad uno (25-22, 25-20, 17-25; 25-19) figlio anche dell’assenza del capitano Letizia Castellini e di due infortuni di gioco in rapida sequenza accorsi a Cecilia Bracuto e Lucia Busti che hanno ridotto all’osso il già esiguo organico a disposizione del tandem tecnico Cimaroli-Tosti. Da notare che la Fortebraccio si è presentata con l’inedita coppia di centrali rappresentata da Ludovica Pellicani e Silvia Ferranti che si sono messe a disposizione dando il meglio di loro in questo ruolo inedito. Il tecnico Marco Cimaroli sottolinea: «Queste partite potevano rappresentare un banco di prova importante per il gruppo per il proseguo del campionato. Purtroppo la squadra è arrivata a questi scontri diretti in condizioni pessime in quanto non ha potuto contare su alcune ragazze bloccate da infortuni seri e da malanni e problemi vari. Abbiamo cercato di sopperire alle assenze spostando spesso di ruolo Pellicani e Ferranti per coprire le assenze dei centri titolari e della diciottenne Migni schierandola in banda. Da queste considerazioni posso affermare con schiettezza e sincerità che la sfortuna di questo periodo si è accanita contro giocando un ruolo preponderante e tutti quanti noi abbiamo un grosso rammarico che ci accompagnerà per un lungo periodo. Le sconfitte seppure dure da digerire le dovremmo metabolizzare in fretta ed analizzarle bene per poter fissare nuovi obiettivi da conseguire privilegiando la crescita delle atlete più giovani e concludere degnamente questo campionato che ha comunque segnato la ripresa dell’attività della sezione pallavolo della Fortebraccio Perugia nell’ottica della futura e fattiva collaborazione con School Volley Perugia».
(fonte Fortebraccio Perugia)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 11, 2017 10:30