Gino Sirci: «La final four sarà uno spettaccolo»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 29, 2017 11:00
Sirci Gino (microfono)

il presidente Gino Sirci carica la tifoseria della Sir Sicoma Colussi Perugia (foto Michele Benda)

Due mesi e mezzo di preparativi per organizzare un evento che mai prima era stato allestito. Il 16 gennaio scorso la società sportiva Sir Safety Umbria Volley Perugia riceveva ufficialmente l’incarico di ospitare la finale della massima rassegna continentale per club, da allora la macchina bianconera si è messa in movimento per curare al meglio ogni aspetto dell’appuntamento. Stimoli elevati per il club perugino, oltre al risultato del campo c’è anche una reputazione da difendere e tutti vogliono fare bella figura agli occhi del mondo. Il 22 febbraio è cominciata ufficialmente la prevendita dei biglietti con i tifosi perugini in fermento già dalla prima ora. Una corsa all’acquisto degli abbonamenti che ha mobilitato non solo gli accaniti delle schiacciate che abitualmente frequentano il Pala-Evangelisti, bensì una platea molto più vasta. Il 13 aprile si sono conosciute le avversarie che hanno staccato il pass per questo prestigioso epilogo. Queste le date salienti di un percorso che è giunto al traguardo. La grande responsabilità e la serietà dello staff del presidente Gino Sirci ha fatto sì che la scommessa si trasformasse in un successo: «Abbiamo superato quota novemila biglietti venduti, e questo per ciò che concerne gli abbonamenti validi per le quattro gare. Da qualche giorno non è più possibile comprare il pacchetto delle final four e stiamo vendendo le singole giornate. Giovedì sono stati piazzati duecento biglietti per le gare del sabato e duecento per quelle di domenica. Ci avviciniamo ad un tutto esaurito e possiamo già reputarci soddisfatti. Abbiamo voluto metterci alla prova e vedere di cosa eravamo capaci. Questa è per noi un’esperienza importante, in ogni caso sarà un evento che ci farà crescere come club. I ritardatari sabato al botteghino potranno acquistare i pochi posti rimasti ancora liberi. Siamo quasi a 450mila euro di incasso che dovrebbe essere il nuovo record italiano per un evento di pallavolo, questo significa che il lavoro paga. Le spese iniziali sembrano dunque essere state coperte, sotto il profilo economico questa è già una sicurezza, ma è meglio non sbilanciarsi perché i conti precisi si faranno solo alla fine della manifestazione. Siamo tutti concentrati per dare il meglio sotto il profilo dell’immagine, la vetrina è davvero straordinaria, basti pensare che ci saranno quasi un centinaio di giornalisti accreditati, la metà di quelli che hanno fatto richiesta, abbiamo dovuto fare una selezione per accogliere quelli per cui è previsto lo spazio a bordo campo». Si attende dunque veder salire il sipario per vivere le emozioni che solo questo tipo di appuntamenti sanno regalare. «Sarà uno spettacolo di grande livello al Pala-Lottomatica, con quattro schermi che faranno da contorno ai duelli in campo. Il regolamento della Cev è rigido e non lascia spazio a troppe iniziative ma già da un’ora prima delle partite ci sarà animazione con un deejay, con la musica e con il lancio di spot e video che terranno carico l’ambiente». Passando alla partita di semifinale il numero uno dei block-devils assume un’aria più seria ma non perde il suo abituale ottimismo. «Civitanova Marche gode di maggior credito ma noi dobbiamo convincerci che siamo forti e siamo in grado di giocarcela. Possiamo fare bene, d’altra parte per vincere ci vuole la migliore pallavolo da parte di tutti. Peccato non avere Russell a disposizione, ma non cerchiamo scuse». Anche sotto l’aspetto del risultato ci sono tante voci che circolano con quelle messe in giro dalle malelingue che vorrebbero un presidente pronto a lasciare se la stagione si chiudesse con zero titoli. Ma è lui stesso a chiarire. «Chi fa sport sa che sono tante le squadre che vogliono vincere ma solo una ci riesce, le altre falliscono l’obiettivo. Perugia si sta stabilizzando al vertice della pallavolo italiana ed europea, prima o poi arriverà anche il nostro giorno. Vincere la champions league non è facile assolutamente, ma quello che è importante è provarci fino in fondo».

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 29, 2017 11:00