Il derby d’Europa premia Perugia, va giù Civitanova

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 29, 2017 22:52
Podrascanin-Berger (muro)

Sir Sicoma Colussi Perugia a muro con Marko Podrascanin ed Alexander Berger (foto Marika Torcivia)

C’è una squadra italiana nella finale della champions league maschile di pallavolo, ma non è la favorita dal pronostico, bensì la Sir Safety Conad Perugia, che trascinata da Atanasijevic, gioca la miglior partita della stagione, per lo meno dal punto di vista caratteriale. Una vera impresa quella compiuta contro la Cucine Lube Civitanova che nel derby italiano dei quarti di finale aveva nettamente sconfitto Modena, ma la dominatrice della stagione stavolta non ce l’ha fatta. La reazione che era stata chiesta a gran voce dopo l’eliminazione in campionato c’è dunque stata e così i perugini hanno stupito tutti. Una grande partita quella dei block-devils che dopo un avvio contratto nel quale Sokolov ha fatto sentire il suo graffio, hanno cominciato a scaldarsi con la progressione irresistibile di Podrascanin che ha letteralmente fatto ombra a muro toccando tutti i palloni e mettendone a terra due pesantissimi in faccia a Sokolov e Juantorena (9-7). L’ulteriore solco è stato scavato da Zaytsev che con come un ariete ha lanciato granate dal servizio e scardinato le mani di chi ha provato a contrastarlo a rete (22-16). C’è stato spazio anche per la sostituzione di Juantorena con l’ex Kaliberda prima della chiusura firmata da Atanasijevic (sette palle a terra per cominciare). Alla ripresa i cucinieri sono partiti ancora bene e si sono portati avanti, con gentil concessione di un regalo (6-8). I perugini sono riusciti a rimettere in asse il parziale ma poi hanno nuovamente sprecato (puniti da una decisione al video-check molto più che dubbio) ed hanno perso contatto subendo l’iniziativa di Sokolov (13-16). Il nervosismo è affiorato e Bernardi si è prodigato per placarlo trovando la reazione di Atanasijevic che con un ace ha ristabilito la parità (21-21). I marchigiani però non si sono scomposti e con grande lucidità hanno piazzato la zampata del 22-24, andando a pareggiare con il muro di Candellaro. Nella terza frazione l’avvio è stato strepitoso per gli umbri lanciati dal muro di Zaytsev su Sokolov (5-1). Si è sentita la presenza di Birarelli tatticamente perfetto a rete, mentre De Cecco ha mandato a segno i compagni distribuendo il gioco con intelligenza ed ha strappato applausi con un attacco vincente dalla seconda linea di una palla vagante (10-3). Con il pallino saldamente in mano la squadra del presidente Sirci ha dovuto respingere l’assalto di una rivale che ha forzato al massimo trovando qualche buon servizio ma anche numerosi errori (22-16). Operare la rimonta è stato impossibile ed è stata proprio una rimessa in rete di Candellaro a decretare il due ad uno. Il quarto frangente di gioco si è messo in salita con Sokolov sempre a decidere nel bene e nel male la condizione dei civitanovesi arrivati a condurre per 10-15. Nel momento di massima difficoltà i perugini hanno ritrovato smalto e, su una decisione arbitrale molto contestata, hanno rimesso il fiato sul collo ai rivali (18-19). La gestione del finale però non è stata lucida e Civitanova Marche ha rimandato il verdetto con l’attacco di Juantorena. Al tie-break il nervosismo è altissimo e sul 2-2 gli arbitri hanno interrotto il gioco alimentando le proteste dei giocatori in campo e delle tifoserie sugli spalti. La difesa accorta degli uomini di Bernardi ha permesso di trovare con un attacco piazzato di Berger il primo break ed il muro ad uno di De Cecco il secondo (8-5). Dopo il cambio di campo è entrato Buti in battuta ed ha propiziato due muri, uno di Zaytsev ed uno di Podrascanin (11-6). Evitare il muro è diventato impossibile per Civitanova Marche che è crollata, a far scorrere i titoli di coda è stato un attacco di Atanasijevic Berger che ha scatenato il pandemonio degli undicimila presenti.
SIR SAFETY CONAD PERUGIA – CUCINE LUBE CIVITANOVA = 3-2
(25-19, 22-25, 25-19, 21-25, 15-9)
PERUGIA: Atanasijevic 20, Podrascanin 17, Zaytsev 15, Birarelli 8, Berger 7, De Cecco 6, Bari (L1), Mitic, Buti, Chernokozhev, Tosi (L2). N.E. – Della Lunga, Paris, Franceschini. All. Lorenzo Bernardi e Carmine Fontana.
CIVITANOVA MARCHE: Juantorena 11, Kovar 15, Sokolov 20, Candellaro 7, Stankovic 7, Christenson 3, Grebennikov (L1), Cester, Cebulj, Kaliberda, Pesaresi. N.E. – Corvetta, Casadei, Di Silvestre (L2). All. Gianlorenzo Blengini e Giancarlo D’Amico.
NOTE – Spettatori 11’000.
Durata dei set: 28’, 37’, 27’, 35’, 21’.
Arbitri – Erdal Akinci (TUR) e Vladimir Simonovic (SRB).
SICOMA COLUSSI (b.s. 25, v. 4, muri 16, errori 9).
CUCINE LUBE (b.s. 24, v. 4, muri 11, errori 11).




Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 29, 2017 22:52