Perugia: appuntamento con la storia a Trento

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 21, 2017 11:30
Sir Safety Conad Perugia (tempo)

gli atleti della Sir Safety Conad Perugia dialogano con coach Lorenzo Bernardi durante un tempo (foto Michele Benda)

Per la Sir Safety Conad Perugia non è un sabato qualsiasi. I bianconeri sono impegnati in trasferta al Pala-Trento, teatro della sfida più importante della stagione contro la Diatec Trentino. La serie della semifinale dei play-off scudetto è in parità, due vittorie per parte e lo spareggio in programma alle ore 18 con diretta Rai Sport sarà decisivo per capire chi sfiderà Civitanova Marche per il titolo tricolore. I trentini hanno il favore del campo, un vantaggio non di poco conto visto che in questa stagione nessuno ci ha vinto né in campo nazionale, né continentale. Gli umbri hanno dalla loro un apparente maggiore freschezza mentale derivante dalle schiaccianti vittorie ottenute in casa, e dalla consapevolezza di aver sprecato troppo nelle due gare esterne. Tradotto in parole povere, i block-devils hanno vinto in maniera più netta dei loro avversari. Dalla parte opposta della rete c’è un team che ora ha una pressione pazzesca sopra le spalle perché dopo essersi fatta sfilare il successo in Cev Cup che era già in tasca dai francesi del Tours, adesso è per la prima volta con le spalle al muro. È una gara particolare dove la differenza sarà fatta, con ogni probabilità, dai dettagli. La straordinaria esuberanza atletica di Solé e Podrascanin a rete, la potenza in battuta di Stokr e Zaytsev, il talento in regia di Giannelli e De Cecco, nonché l’esperienza in seconda linea di Colaci e Bari, bilanciano il duello. Gli uomini decisivi possono essere dunque altri. I settentrionali hanno nel loro arco ha le frecce Urnaut e Lanza, gli schiacciatori non sono stati determinanti ma si sono rivelati molto incisivi nelle gare davanti al loro pubblico, i padroni di casa possiedono altri elementi di notevole spessore quali Van de Voorde, ma è chiaro che senza avere la possibilità di giocare in primo tempo, gli uomini di Sirci creerebbero le premesse per garantirsi il lasciapassare verso Civitanova Marche. Gli ospiti possono però sfruttare la crescita di consapevolezza di Berger e la confidenza ai grandi appuntamenti di Birarelli, il loro lavoro ‘nero’ benché non appariscente si è già rivelato molto utile in altre occasioni (si legga la difesa ad una mano del capitano sul finire del terzo set mercoledì scorso, ndr). La quinta partita non necessariamente sarà una maratona, ma è bene prepararsi ad una battaglia e ad una sofferenza che può protrarsi sino al tie-break. L’obiettivo non può essere che uno, per agguantarlo ci vorrà una per prima cosa una squadra che sbaglia poco. In un duello nel quale per vincere contano anche le piccole cose saranno importanti anche le scelte degli allenatori, Lorenzetti e Bernardi che al momento giusto possono effettuare delle sostituzioni che si rivelano giuste. Incrementare il numero delle vittorie nei confronti diretti è possibile per il collettivo del presidente Sirci che ne conta ora sei su diciannove incontri disputati. Che il fattore campo possa non essere decisivo lo pensano stavolta anche gli scommettitori sportivi che forniscono quotazioni identiche (pagata 1,85 sia la vittoria di Perugia che di Trento). Saranno sempre tanti i tifosi al fianco dei loro beniamini, i biglietti messi a disposizione dei supporter umbri sono stati sbloccati e saranno quanti nelle precedenti due volte, i circa quattrocento Sirmaniaci hanno una grossa opportunità per scrivere un’altra pagina di storia e faranno sentire tutta la voce che hanno in corpo. Gli ex della partita sono tre: Andrea Bari, Emanuele Birarelli e Dore Della Lunga. Trento: Giannelli – Stokr, Solè – Van de Voorde, Lanza – Urnaut, Colaci (L). All. Angelo Lorenzetti. Perugia: De Cecco – Atanasijevic, Podrascanin – Birarelli, Zaytsev – Berger, Bari (L). All. Lorenzo Bernardi. Arbitri: Roberto Boris (PV) ed Andrea Puecher (PD).

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 21, 2017 11:30