Perugia ospita Trento per andare alla bella

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 18, 2017 16:30
Sir Safety Conad Perugia (inizio)

gli atleti della Sir Safety Conad Perugia prima del fischio d’inizio al Pala-Evangelisti (foto Michele Benda)

Arriva gara-quattro nel mercoledì di superlega maschile e la Sir Safety Conad Perugia si prepara ad una battaglia senza risparmio di colpi. Il Pala-Evangelisti sarà un catino infuocato alle ore 20,30 quando verrà dato il fischio d’inizio al duello con la Diatec Trentino. I block-devils, che tornano ad indossare la tradizionale maglia bianconera, sono con le spalle al muro e non possono più permettersi di sbagliare, lo dice anche il regista Luciano De Cecco: «È il momento di non sbagliare, non abbiamo alternative, dobbiamo vincere per portare la serie allo spareggio. Sappiamo che non sarà facile, ma ci siamo preparati con cura e meticolosità. Dovremo avere un approccio aggressivo senza perdere al tempo stesso lucidità e qualità nei gesti tecnici. Abbiamo un intero palazzetto al nostro fianco e dobbiamo approfittarne». È il confronto numero diciotto nella massima categoria tra le due antagoniste (tredici i successi trentini), sesta gara della stagione (tre a due il bilancio per i settentrionali). Fino ad ora, in questo campionato, è stato sempre rispettato il fattore campo, tanto che anche gli scommettitori hanno assehnato ancora quotazioni favorevoli ai padroni di casa (pagata 1,55 la vittoria di Perugia e 2,30 quella di Trento). Le gare esterne di questa stagione hanno insegnato che le occasioni ci sono ma per sfruttarle c’è bisogno di avere quel cinismo che spesso è mancato. Una scaltrezza che gli allenatori di pallavolo traducono e semplificano in molti casi con il saper scegliere l’uomo giusto nei palloni che scottano. Ci vuole maturità, caratteristica che non è mai abbastanza in questo tipo di partite. Di certo dovrà averne Alexander Berger che nei giorni scorsi è diventato papà e che ha detto: «Ringrazio tutti i tifosi per i messaggi di felicitazioni ricevuti e vi do appuntamento a mercoledì sera». Un passaggio particolarmente significativo della sua vita, un evento che da ragazzo trasforma in adulto e che qualche cambiamento lo nella vita porta di certo. Ma lo schiacciatore austriaco ha assicurato tutti che è riposato e pronto al duello. Saranno i quattromila del palasport a spingere la squadra del presidente Gino Sirci nell’ennesimo grande appuntamento sportivo di fondamentale importanza, la quarta partita di semifinale nei play-off. Dopo tre partite, la situazione vede in vantaggio due ad uno i dolomitici, per cui quella di oggi può essere già decisiva ai fini del passaggio in finale. Se gli umbri perdono sono eliminati, se vincono dovranno andarsela a giocare domenica in casa dei dolomitici. L’obiettivo, insomma, non può essere che uno. Per agguantarlo, come detto, ci vorrà una Perugia assai presente, una squadra che anche se non gioca su livelli eccezionali non regala nulla, una squadra che sappia sfruttare le opportunità a lei concesse, perché Trento è già forte di suo e non ha bisogno che gli si spiani ulteriormente la strada. Messo a punto l’aspetto della concentrazione e dell’attenzione, ci sarà da preoccuparsi dell’aspetto tecnico-tattico, a cominciare dal contenimento del servizio avversario. Il fondamentale che dà inizio ad ogni azione è stato l’ago della bilancia, anche perché consente di avere maggior incisività al muro. Va da sé che il primo passo per sperare di vincere la partita va mosso nella direzione di arginare l’esuberanza avversaria senza permettergli di mandare in ambasce la ricezione. Servirà anche tanto orgoglio, una risorsa preziosa per imporre la propria superiorità che, tutto sommato, prendendo singolarmente ogni giocatore esiste. Gli ex della partita sono tre: Andrea Bari, Emanuele Birarelli e Dore Della Lunga. Tutto è pronto, chi non ha trovato il biglietto dovrà seguire la partita in televisione su Rai Sport oppure la cronaca sulle frequenze di Umbria Radio. Perugia: De Cecco – Atanasijevic, Podrascanin – Birarelli, Zaytsev – Berger, Bari (L). All. Lorenzo Bernardi. Trento: Giannelli – Stokr, Solè – Van de Voorde, Lanza – Urnaut, Colaci (L). All. Angelo Lorenzetti. Arbitri: Daniele Rapisarda (UD) e Mauro Goitre (TO).

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 18, 2017 16:30