Perugia sbrana Trento e rimanda alla bella

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 19, 2017 22:30
Atanasijevic-Podrascanin (muro)

Sir Safety Conad Perugia a muro con Aleksandar Atanasijevic e Marko Podrascanin (foto Michele Benda)

Non basta ruggire, bisogna sbranare. Con questo invito manifesto negli striscioni dei tifosi la Sir Safety Conad Perugia non poteva fallire ed ha vinto mantenendo vivo il sogno scudetto davanti a quattromila tifosi in estasi. Arduo l’ostacolo della Diatec Trentino ma in questa post season non c’è nulla di impossibile per i block-devils che trovano ulteriori risorse per rimettere in piedi la serie contro l’eterna nemica. I perugini non subiscono i settentrionali nel fondamentale del muro e nemmeno in battuta, il divario si evidenzia nella miglior ricezione (53% contro 35%) e nell’attacco (61% contro 47%), fondamentali che fanno la differenza. Nelle fasi iniziali è Atanasijevic a sorreggere la manovra dei padroni di casa che vanno sotto di due ma riescono ad invertire il punteggio (7-6). Si avanza spalla a spalla con i micidiali servizi che non raccolgono punti diretti ma mettono in difficoltà il gioco avversario (14-13). Giannelli insiste sui primi tempi forzando ma sul turno di battuta di Berger l’inerzia si rompe facendo guadagnare quattro lunghezze che, manco a dirlo, vengono rimontate dagli ospiti che gettano nella mischia Antonov e raccolgono un ace tornando a far sentire il fiato sul collo (19-18). È sempre Atanasijevic (nove colpi vincenti) a permettere il cambio di marcia mentre Berger cresce e va a firmare su uno slash il vantaggio. Si ricomincia con gli ospiti precisi e pronti a sfruttare ogni pallone (6-8). Malgrado un grande Stokr che consente ai trentini di mantenersi avanti, il muro stenta e solo dopo un set e mezzo comincia a raccogliere qualche punto, ma la difesa umbra è attenta e tutto torna in asse sul 17-17. L’accelerazione è del solito Atanasijevic che piazza l’ace del più due e poi arrivano tre errori altrui, Lanza, Stokr ed Urnaut servono sul piatto d’argento il due a zero. Nella terza frazione i perugini cominciano forte ma sull’8-5 cominciano ad avere qualche sbavatura che permette ai rivali di rientrare e mettere la freccia (11-12). C’è da sudare ma i bianconeri non si tirano indietro e combattono con le unghie e con i denti ribattendo con un cinico Birarelli ad un Solé incontenibile a rete scatenato (22-22). L’arrivo è in volata con i block-devils che sfruttano la difesa di Birarelli per guadagnare un match-point, la zampata di Podrascanin a muro scatena il pandemonio sugli spalti ed in campo. Due pari e palla al centro, sabato 22 aprile si gioca la bella a Trento, prevedibile un altro esodo dall’Umbria.
SIR SAFETY CONAD PERUGIA – DIATEC TRENTINO = 3-0
(25-21, 25-21, 25-23)
PERUGIA: Atanasijevic 22, Berger 13, Zaytsev 6, Podrascanin 8, Birarelli 7, De Cecco 1, Bari (L1), Buti, Chernokozhev, Mitic, Tosi (L2). N.E. – Della Lunga, Paris, Franceschini. All. Lorenzo Bernardi e Carmine Fontana.
TRENTO: Van de Voorde 11, Stokr 10, Urnaut 9, Solé 6, Lanza 5, Giannelli 1, Colaci (L1), Antonov 1, Nelli. N.E. – Mazzone T., Mazzone D., Blasi, Burgsthaler, Chiappa (L2). All. Angelo Lorenzetti e Dario Simoni.
Note – Spettatori 3’983.
Durata dei set: 31’, 27’, 30’.
Arbitri – Daniele Rapisarda (UD) e Mauro Goitre (TO).
SIR CONAD (b.s. 16, v. 4, muri 6, errori 6).
DIATEC (b.s. 14, v. 3, muri 7, errori 4).


Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 19, 2017 22:30