Riccardo Provvedi: «Sarà una Spoleto diversa in casa»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 11, 2017 11:30
Provvedi Riccardo (esulta)

Riccardo Provvedi (foto Piero Taddei)

«Il nostro motto è guardare avanti con ottimismo». Non si cercano alibi per la sconfitta in gara-uno di semifinale, la Monini Spoleto rimane allo stesso tempo molto fiduciosa per il prosieguo di una serie che la domenica di Pasqua (fischio d’inizio alle ore 18) la vedrà impegnata in casa. Al Pala-Estra di Siena i suoi ragazzi hanno giocato un po’ al di sotto dei loro standard abituali, merito di una rivale che ha approcciato in modo perfetto la gara e imposto i propri ritmi dall’inizio alla fine. Queste le parole del coach Riccardo Provvedi: «Sapevamo che sarebbe stata una gara molto difficile, loro sono una squadra fortissima costruita per vincere, ma la sconfitta non cambia nulla rispetto alla nostra volontà di superare il turno. Nella prima sfida non ci sono riuscite cose che normalmente facciamo con buona continuità, penso alla ricezione e anche all’attacco dove non siamo riusciti a chiudere alcune situazioni di uno contro uno. D’altro canto Siena ha disputato un’ottima gara con un cambio-palla molto fluido che non siamo riusciti ad arginare, ma voglio sottolineare come nel terzo set i ragazzi siano riusciti a giocare palla su palla nonostante tre cambi di formazione rispetto al sestetto iniziale. Credo che alzando il nostro livello su alcuni aspetti del gioco possiamo sicuramente giocare alla pari. Adesso resettiamo e ci prepariamo per una gara-due che sarà senz’altro diversa». Lo schiacciatore Noda Blanco e il centrale Spadavecchia sono state vere e proprie spine nel fianco per gli oleari, il primo ha ricevuto molto bene e messo a terra quattordici palloni, il secondo è stato autore di ben quattro muri punto mettendo a referto tredici punti complessivi tra cui quello che ha chiuso le ostilità. Dall’altra parte del campo Natale Monopoli non è riuscito ad attivare con continuità i suoi centrali, che tanto male avevano fatto a Reggio Emilia nei quarti di finale, e spesso ha dovuto alzare palle un po’ scontate sulle quali il muro senese è arrivato tempestivamente. «I ragazzi sono i primi ad essere molto dispiaciuti per l’esito della partita di domenica – commenta il team manager Cristian Vigilante –, sanno di non aver giocato una buona gara ma di certo non stanno mollando nulla. Anzi, posso dire che il morale è alto perché c’è tanta voglia di tornare in campo e far vedere ai nostri avversari che Spoleto può giocare alla pari con chiunque». La serie è ancora molto lunga, se gli oleari riusciranno a vincere domenica e portarsi in parità saranno necessarie almeno altre due partite per conoscere la finalista, in caso contrario Siena avrebbe il match point in gara-tre che si disputerà giovedì 20 aprile. Intanto per domenica al Pala-Rota è previsto il pubblico delle grandi occasioni, con la Fossa Gialloblu che promette amore eterno alla squadra e spettacolo sugli spalti. Ecco il messaggio apparso lunedì sulla pagina facebook: “Ieri è stata una giornata storta e purtroppo è andata com’è andata, ma questi ragazzi meritano solo applausi per quello che hanno fatto fino ad ora! Tifarli quando vinciamo è facile, è in questi momenti che dobbiamo aiutarli ancora di più! Domenica ci giochiamo gara-due in casa nostra è sarà una bolgia perché ancora nulla è perduto! Noi ci crediamo”. La squadra vuole vincere anche per loro.
(fonte Marconi Spoleto)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 11, 2017 11:30