Riccardo Provvedi: «Spoleto vive un grande sogno»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 21, 2017 13:00
Provvedi Riccardo

Riccardo Provvedi (foto Paolo Lazzeroni)

Un’impresa pazzesca. Ma per renderla storica manca ancora un ultimo, fondamentale tassello. È quello che la Monini Spoleto vuole conquistare domenica 23 aprile nel catino infuocato del Pala-Rota, che per l’occasione sarà esaurito in ogni ordine di posto ed interamente colorato di gialloblu. Non è più tempo di chiedersi quanti, ad inizio stagione, avrebbero scommesso sulle possibilità che questa squadra aveva di arrivare a giocarsi la finale play-off col match point in casa. È tempo di chiedersi quanto la squadra, la società e il pubblico siano disposti a lottare per farlo. La risposta, viste le ultime prestazioni sia in campo che sugli spalti, è fin troppo facile: fino alla fine. Nessuno vuole mollare proprio ora che il traguardo è ad un passo, ma i giocatori e gli staff tecnico e dirigenziale sanno bene che ci sarà ancora molto da sudare. Già, perché Siena è e rimane una squadra di grandissimo valore che, come un leone ferito, si presenterà nell’impianto di piazza d’Armi a caccia della rivincita. Certo, aver battuto a domicilio una compagine così forte non può non essere motivo di orgoglio in casa olearia. Il fondamentale del servizio è stato decisivo, otto i punti diretti conquistati dagli umbri contro i tre dei toscani. Molto bene anche la ricezione con un 60% di positiva e la perfetta vicina al 30%, oleari avanti nelle statistiche anche per quanto riguarda l’attacco, 51% contro il 47% senese, che invece hanno fatto meglio nei muri punto (13 contro 9). Provvedi, ancora una volta, ha azzeccato le mosse tattiche e anche i cambi inserendo Garofalo in seconda linea che lo ha ripagato sia con una gran ricezione su un servizio-missile sia con la difesa che ha portato al match point di Morelli. L’euforia per questa vittoria è ancora grande nei tifosi spoletini, che hanno riempito i social network di foto e messaggi invitando tutti ad essere presenti domenica sera. È grande anche nelle menti dei giocatori e dello staff tecnico, che però, da professionisti quali sono, hanno già resettato tutto e puntato il mirino su gara-quattro, consapevoli che servirà un’altra gara perfetta per completare l’impresa questo il commento di coach Riccardo Provvedi: «Abbiamo conquistato un risultato importante in un campo difficilissimo, dopo la partita abbiamo festeggiato come era giusto che fosse per il valore dell’impresa, è chiaro però che da oggi siamo già proiettati sulla partita di domenica dove si ripartirà da zero a zero. L’aver vinto ieri incide relativamente sull’inizio della gara di domenica, bello che la città stia vivendo un sogno e che al Pala-Rota ci sia così tanto entusiasmo, noi però dobbiamo pensare a giocare e, sotto questo profilo, credo che possiamo ancora migliorare perché ci sono aspetti tecnici che possiamo curare meglio di quanto fatto fino ad ora. È su questi che ci concentreremo da qui a domenica sera». Gli fa eco il direttore sportivo Niccolò Lattanzi: «Siamo zero a zero, con questi ritmi non c’è neanche il tempo di festeggiare perché bisogna subito pensare alla prossima partita tenendo i piedi ben saldi a terra. Faccio ovviamente i complimenti ai ragazzi perché ieri hanno giocato un match esemplare, ma domenica sarà un’altra storia. Come abbiamo dimostrato ieri sera il fattore campo non è così decisivo quando si gioca a questi livelli, ecco perché servirà da parte nostra un’altra prestazione eccezionale, con l’aiuto del pubblico che potrà darci una spinta in più». Si prevede un palazzetto tutto esaurito domenica (inizio alle ore 18). La corsa al biglietto è già partita e la società invita tutti i tifosi ad acquistare il tagliando in prevendita presso il negozio Box 25 in piazza della Vittoria anziché al botteghino del palazzetto, per evitare lunghe code e problemi a ridosso del match. Spoleto, grazie alla Monini Marconi, sta vivendo una stagione sportiva assolutamente memorabile, che col contributo di tutti, di ogni singolo supporter, può diventare davvero indimenticabile.
(fonte Marconi Spoleto)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 21, 2017 13:00
  • Carissimo Riccardo, ti ricordi quando abbandonasti momentaneamente la pallavolo ed io ti dissi: “E’ un peccato perchè servono allenatori come te”. I fatti ti hanno e mi hanno dato ragione. Complimenti