San Giustino passa a Castelfranco, salvezza in tasca

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 9, 2017 12:00
Sia Coperture San Giustino (vittoria)

le giocatrici della Sia Coperture San Giustino esultano per la vittoria (foto Marco Bigozzi)

La terza impresa esterna della stagione vale la salvezza per la Sia Coperture San Giustino, che si impone per tre ad uno nel campionato di serie B1 femminile espugnando la tana della Videomusic Castelfranco al termine di una prestazione convincente sul piano sia del gioco che del carattere. Nessun black-out come quelli degli ultimi tempi, che avevano portato le avversarie di turno a realizzare filotti letali e di nuovo sugli scudi Barbolini e Lisandri, migliori realizzatrici, ma stavolta hanno fatto la voce grossa anche le due centrali, Rosa (77% in attacco) e Spicocchi, non dimenticando l’apporto fornito da Lavorenti, con un bottino di otto punti di cui tre a muro e due in battuta. A parte la terza frazione, nella quale le toscane hanno reagito con orgoglio spuntandola pur sempre di misura e potendo contare su una Caverni che è stata l’unica vera trascinatrice del gruppo, il match è sempre stato nelle mani delle ospiti, che nel secondo set si sono riordinate al momento giusto per recuperare lo svantaggio e andare a chiudere in loro favore, dimostrando di volere a tutti i costi questo successo. Ci sono novità nello schieramento di partenza delle padrone di casa, il coach Alessandro Menicucci perde per infortunio la regista Lippi e schiera al suo posto Mannucci, mentre al centro Martone è preferita a Mutti, in coppia con Andreotti; Caverni è l’opposta, Tamburini la libero e di banda c’è De Bellis e Puccini. Il tecnico Pietro Camiolo dà fiducia a Bartolini in posto-quattro, assieme a Barbolini; per il resto, formazione annunciata con la diagonale di posto-due formata da Lavorenti e Lisandri, al centro Spicocchi e Rosa e libero Krasteva che in ricezione (77% di positività) rispolvera la sua veste migliore. In avvio le altotiberine si portano a condurre, non accumulano margini vistosi ma rimangono sempre davanti e contengono ogni tentativo delle rivali, l’uno a zero è lo specchio fedele dell’andamento. Più movimentata la seconda frazione, castelfranchesi in campo con la schiacciatrice Santerini in luogo di Puccini, Caverni è pericolosa al servizio (cinque ace in totale per lei) e in prima linea, De Bellis diventa la degna comprimaria e la stessa Santerini si distingue anche in difesa (17-13). I colpi di Barbolini e Lisandri promuovono la riscossa, un break di dodici a tre ribalta gli equilibri e consegna il raddoppio alle biancoazzurre. Si scuotono allora le padrone di casa, che con Santerini si rendono protagoniste della migliore parentesi della gara, prendendo il via fin da subito e arrivando al secondo time-out tecnico sul 16-10. Un passivo che tuttavia non scoraggia le umbre che rimontano fino al 23-21, qui gli arbitri, per quanto positiva sia stata la loro direzione, valutano buona un attacco di Caverni ritenuto fuori dalle rivai. È il punto che condurrà al due ad uno. Partita riaperta? Solo in teoria, perché all’atto pratico San Giustino, che in avvio di quarto set ripresenta Cornelli al posto di Bartolini, vuole chiuderla e in tempi brevi (8-16). Non c’è praticamente storia e la vittoria è suggellata dal netto scarto finale. È fatta! Qualora poi, alla ripresa del campionato, Firenze non dovesse raccogliere punti ad Orvieto, le altotiberine affronterebbero la già retrocessa Reggio Emilia con la salvezza matematica in tasca. Così il tecnico Pietro Camiolo a caldo: «Ho visto le ragazze sempre concentrate e questo ci ha aiutato molto nel cogliere l’importante vittoria perché comunque dall’altra parte c’era la Caverni che ha buttato giù diversi palloni e che con il suo servizio ci ha creato problemi in ricezione. Proprio la concentrazione ha permesso alla squadra il recupero e l’aggiudicazione del secondo set. Nel terzo, abbiamo un tantino mollato e questo si è combinato con la loro reazione, peraltro prevedibile, poi nel quarto ci siamo risistemati a dovere e abbiamo fatto nostra la partita. Ci godiamo adesso la pausa di Pasqua e nelle ultime tre gare di campionato potremo finalmente pensare di più a divertirci».

VIDEOMUSIC CASTELFRANCO – SIA COPERTURE SAN GIUSTINO = 1-3
(22-25, 20-25, 25-22, 15-25)
CASTELFRANCO DI SOTTO: Caverni 22, De Bellis 12, Andreotti 8, Martone 6, Puccini 2, Mannucci 1, Tamburini (L), Santerini 10, Mutti. N.E. – Pecene, Lippi. All. Alessandro Menicucci e Nicola Ficini.
SAN GIUSTINO: Barbolini 21, Lisandri 17, Rosa 11, Lavorenti 8, Spicocchi 7, Cornelli 4, Krasteva (L1), Bartolini 2, Leonardi, Marinangeli. N.E. – Sorrentino, Cosetti (L2). All. Pietro Camiolo, e Claudio Nardi.
Arbitri. Francesca Mori e Mirko Donati.
VIDEOMUSIC (b.s. 7, v. 8, muri 7, ricezione 54% (perfetta 25%), attacco 27%, errori 33).
SIA COPERTURE (b.s. 10, v. 5, muri 5, ricezione 50% (perfetta 20%), attacco 38%, errori 29).
(fonte San Giustino Volley)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 9, 2017 12:00