I top ed i flop della final four di Roma

Pianeta Volley
By Pianeta Volley maggio 1, 2017 11:00
Atanasijevic Aleksandar (tifosi)

Aleksandar Atanasijevic canta insieme ai tifosi

La Sir Safety Perugia esce a testa alta dalla final four di champions league. Ospitare l’evento per club più importante del continente ha dato l’immagine di una società sportiva che non si ferma, ma che anzi vuole continuare a crescere. Voto altissimo per il coraggio dimostrato lanciando la scommessa e buono per la gestione dell’evento. Gli addetti ai lavori hanno ricevuto assistenza gentile e premurosa ad ogni richiesta, è stata garantita una sufficiente funzionalità alle esigenze dei giornalisti. Più di qualcosa da ridire per la linea internet, la wi-fi non è stata all’altezza di un grande evento. Ma la stortura che si è verificata riguarda un aspetto alla vigilia inimmaginabile. In una manifestazione in cui sono tantissime le persone da coordinare e tantissime le cose da organizzare c’è un aspetto al quale nessuno poteva pensare. Le potentissime luci del palasport direzionate a bordo campo hanno mietuto vittime tra la stampa, tanto da provocare ustioni di primo grado a diversi giornalisti che sono dovuti ricorrere alle cure dell’infermeria. Collo, fronte e guance bruciate ed anche irritazioni agli occhi per alcune persone. Danni collaterali imprevedibili, così come inatteso è stato il passaggio domenicale degli operatori del 118 che hanno offerto la pomata contro le scottature. Giudizio positivo per loro anche se il gestore di questo impianto sportivo è a rischio denuncia. Molti si sono lamentati delle restrizioni imposte dalla sicurezza che ha impedito ai tifosi di utilizzare i loro abituali strumenti, ma da questo punto di vista non ci sentiamo di condannare nessuno visti i tempi che viviamo. La valutazione è discreta per il servizio d’ordine. In una finale trasmessa in diretta mondiale la nota stonata viene dal paese ospitante. È normale che i tifosi di Civitanova Marche siano rimasti male di essere stati sconfitti in semifinale da Perugia, ma addirittura tifare Kazan ed inveire contro i rappresentanti (atleti e dirigenti) dei block-devils è stato davvero di cattivo gusto, tanto da scatenare anche la pacifica tifoseria dei Sirmaniaci che ad un certo punto ha sbroccato ed ha apostrofato i ‘colleghi’ marchigiani. Il voto più basso è per loro. Ma siccome non vogliamo concludere con un aspetto negativo, sottolineiamo la cosa più bella. La salita al secondo anello di Aleksandar Atanasiejvic che, pur dopo una cocente sconfitta subita in campo, è andato personalmente a ringraziare i supporter bianconeri cantando insieme a loro. Dieci e lode per Magnum.

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley maggio 1, 2017 11:00