Grande successo per il trofeo Sport4nonprofit

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Giugno 27, 2017 23:00
Trofeo “Sport4nonprofit”

Un momento del Trofeo “Sport4nonprofit”

Si è conclusa allo ZoccoBeach di San Feliciano la terza edizione del trofeo “Sport4nonprofit” di sand volley 3×3 misto, organizzato dall’associazione no profit IACACT. Il torneo, che ha visto la partecipazione di venti squadre provenienti da diverse parti della regione ed oltre 80 tra atleti ed atlete, è stato organizzato con la preziosa collaborazione di realtà del mondo dello sportivo come il CONI, CIP e FIPAV regionali, del beach volley come i FintiBeachers e del no-profit come Avis Comunale, Libertas Margot e Mission Bambini. Il regolamento, che imponeva alle formazioni di schierare almeno una donna su tre giocatori in campo, ha appassionato il numerosissimo pubblico presente (oltre 200 persone giornaliere), che ha gremito la manifestazione. Lo scopo, oltre a quello agonistico, era ovviamente benefico: la manifestazione era dedicata all’associazione ANIAD (Associazione Nazionale Italiana Atleti Diabetici), il cui messaggio è ricordare che il diabete non è un ostacolo alle prestazioni sportive e anzi a volte rappresenta uno stimolo a superarsi e svolge in questo modo un ruolo potente di motore di realizzazione, crescita emotiva e maturazione.  Il ricavato della manifestazione è stato destinato all’acquisto di attrezzatura elettronica per favorire lo sviluppo di questo importantissimo ente. ANIAD è un’associazione operante in diverse regioni del territorio nazionale che si propone come scopo prioritario quello di migliorare la qualità della vita di soggetti diabetici attraverso lo svolgimento di attività sportive ed è presente in Umbria grazie alle partnership con la TUUM Perugia e l’ADP IACACT Perugia. «Sono state due giornate di sport vero – ha commentato Giuliano Priori, presidente ANIAD Lazio presente al trofeo – di quello che nell’ambito dello sport professionistico abbiamo dimenticato assistendo sui campi di calcio o sui circuiti auto/motociclistici a comportamenti deplorevoli, a diseducative messe in scena e quant’altro alla ricerca del punto a tutti i costi, dell’espulsione di un avversario incolpevole e così via». Le due giornate sono state un continuo succedersi di partite di beach volley che ha visto tanti volti noti della pallavolo umbra maschile e femminile fra cui anche Damiano Pippi e Gianluca Carloncelli, Rocco Barone e Carmine Fontana, dai fratelli Marta a Michele Piersanti e Lorenzo Guerrini, da Jessica Puchaczewsky (impegnata in prima linea per l’Associazione ANIAD e tra i promotori dell’evento) a Giada Vergoni ed Alessia Dimitri, da Linda Martinuzzo a Beatrice Meniconi e Giada Pammelati e da tanti altri. «Ciò che più di tutto ci ha colpito – ha dichiarato Felice Strollo, Vice Presidente ANIAD nazionale anch’egli presente all’evento-  è stato lo spirito di gruppo, espresso da tutti i componenti delle varie squadre: il famoso “cinque” veniva battuto costantemente ad ogni colpo difficile, che fosse vincente o meno, e serviva a ricostruire in ognuno l’autostima e ad assicurare la coesione, la comprensione reciproca, l’accettazione dell’errore, il riconoscimento delle capacità dell’amico ma anche dell’avversario».  Per la cronaca il trofeo è stato vinto al termine di un combattuto tie-break dalla squadra “Campo 1” composta da Filippo Agostini, Beatrice Meniconi e Stefano Santi sul team dei “FuoriUso” formato da Luca Pasquini, Natalia Bernardino, Luca Berruti e Diego Staccini; terzo podio per il “Sorbetto Team” del quartetto composto da Elisa Barluzzi, Carolina Molinari, Alberto Brizioli e Francesco Raganella. «Ha vinto l’entusiasmo degli atleti e delle atlete che hanno onorato questo torneo con la loro presenza ed il loro altruismo- ha dichiarato il presidente dell’associazione IACACT Daniele Mariani- che ringrazio sentitamente, sono loro il vero motore del cambiamento! Inoltre non bastano le parole per ringraziare tutti i volontari che si sono impegnati pre, durante e post evento; dagli organizzatori agli arbitri e refertisti, dai fotografi allo staff video ed ai media partner, dalla Misericordia di Magione ai nostri partner commerciali ed a tutti i nostri partner etici: senza tutti loro questo evento non avrebbe avuto modo di essere». Soddisfatto il Presidente Nazionale ANIAD Marcello Grussu: «Abbiamo vinto tutti!  L’ANIAD, che ha sposato sin dal principio l’idea del torneo legato alla sensibilizzazione verso il diabete, naturalmente ringrazia di vero cuore gli organizzatori per l’opportunità fornita. L’associazione infatti nata 25 anni or sono proprio con l’intento e l’obiettivo di promuovere l’attività fisica e sportiva tra le persone con diabete, persegue costantemente il fine di facilitare un processo che, sebbene sostanzialmente acquisito da tutti, vede ancora delle resistenze e dei pregiudizi forti nell’accettare e coinvolgere pienamente la persona con diabete nel mondo sportivo. Ben vengano- ha concluso Marcello Grussu- quindi queste importanti e gioiose iniziative perché aiutano ad accrescere l’informazione assottigliando le differenze».

(fonte Iacact Perugia)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Giugno 27, 2017 23:00