Sergio Peluso saluta l’Umbria

Pianeta Volley
By Pianeta Volley luglio 2, 2017 16:00
Sergio Peluso

Sergio Peluso

Riceviamo e pubblichiamo la lettera aperta di Sergio Peluso :

«Dopo sei anni passati ad allenare nella provincia di Perugia è tempo di cambiare, partire, trasferirsi a Pescara e ricominciare. Ho avuto così tante esperienze in questa regione (mi ha adottato per ben 15 anni) che una parte di me si è sentita sicuramente a casa. Mi sento di ringraziare molte persone che hanno contribuito a farmi crescere sia dal punto di vista tecnico che umano. A partire dalla mia esperienza nella Grifo Volley Perugia dove, Tiziano Sordini e il presidente Andrea Bettini, mi hanno accolto e dato fiducia. Ringrazio la pazienza del tecnico Paolo De Paolis, da cui ho appreso molto, è stata una esperienza molto formativa fargli da secondo in serie B. L’approdo alla School Volley è stato molto emotivo ma al tempo stesso professionale, mi sono sentito come in una grande famiglia. Sottolineo l’aiuto che mi ha dato Annarita Gargaglia nell’inserirmi in una realtà nuova rappresentata dalla società più grande dell’umbria. Ho conosciuto allenatori sempre disposti a scambiare opinioni e a confrontarsi, mai gelosi dei propri metodi ma pronti a parlare ed ascoltare: Sabrina Paparelli, Chiara Francisci e Marco Cimaroli. Ricorderò anche con un sorriso tutti i progetti fatti con Stefano Cappelletti, mattinate intere volate a discutere su come creare oggetti che potevano servirci in chissà quale esercizio. Ringrazio Simone Palazzoni che ha creduto sempre in me ed ha sempre appoggiato tutte le mie scelte. Ricorderò l’affetto delle Under di Perugia, l’under16 con il sorriso della vittoria ai quarti contro Tavernelle e la delusione della sconfitta in finale a Valtopina. Poi dopo tante medaglie d’argento e sopratutto tante frasi di incoraggiamento, arriva la stagione 2016/2017. Trasferimento a Passignano, la possibilità di curare tutto il settore giovanile del paese ed in più la prima squadra, oltre che una U12 di Perugia. Una sfida nuova che ho affrontato grazie anche agli stimoli della società. E proprio lontano da casa e alla mia ultima stagione con indosso i colori giallo-neri, ottengo la mia prima promozione. Tra l’enorme affetto dei genitori, delle ragazze sia piccole (U12 e U16) che grandi e di tutti i fidanzati, amici, parenti che hanno affollato il palazzetto e che hanno goduto di questa avventura pazzesca, fatta di 26 vittorie e 2 sconfitte. Le ragazze hanno esposto uno striscione con scritto che la “prima volta non si scorda mai” e sarà proprio così, ogni vittoria futura sarà figlia, anche, di quella stagione. Ringrazio tutte le atlete partendo dal capitan Arcaleni Veronica, Radi Chiara, Ambrogi Beatrice, Panza Francesca, Orazi Barbara, Orazi Veronica, Nicoletti Lucia, Esposito Camilla, Alberti Lucia, Rossi Arianna, Altea Zelli. E a Nicoletti Alberto la cui genuinità e generosità mi ha colpito profondamente e mi ha aiutato più volte dimostrandosi amico oltre che dirigente. Ho imparato molto anche dagli allenatori avversari e da alcuni arbitri che sono diventati compagni di avventure più che semplici addetti ai lavori. Da sottolineare che persino mia moglie, Lisiena Volaj, l’ho conosciuta tra le quattro mura del Palaevangelisti, anche lei allenatrice tra le fila della School Volley. Quindi a questa società e all’ambiente umbro devo tanto e so che non potrò mai ripagarli abbastanza. Infine voglio ringraziare il presidente Dario Mandò che mi ha sempre spronato, difeso e appoggiato, mi ha tirato su quando ho perso due finali in una settimana e ha festeggiato con me quando è arrivato il tempo del raccolto. Spero di lasciare un ottimo ricordo e poi chissà… sarebbe bello rivedersi in campo a confrontarsi, tutti accomunati dalla passione per questo sport».

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley luglio 2, 2017 16:00