Riccardo Provvedi: «Una Spoleto con grandi aspettative»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Agosto 16, 2017 13:00
Provvedi Riccardo (intervista)

Riccardo Provvedi

Riprende oggi il lavoro in palestra della Monini Spoleto che prepara la seconda stagione consecutiva in serie A2 maschile, la quinta complessiva nella storia del club. La dirigenza olearia ha concesso quattro giorni di vacanza ai propri atleti che hanno potuto così festeggiare degnamente il Ferragosto. Clima disteso ma grande concentrazione per l’allenatore Riccardo Provvedi che ammette: «Da tre anni raggiungiamo grandi obiettivi, dalla conquista di B2 e B1, ai play-off di A2, adesso puntiamo a salire di categoria entro due anni. L’obiettivo per noi è quindi quello di stare ai vertici, abbiamo una squadra importante allestita per questo. L’approccio al prossimo campionato si può paragonare a quello di due anni fa. Se l’anno scorso partivamo con maggiore tranquillità, adesso l’aspettativa è alta, d’altronde veniamo da una finale e cercheremo di migliorarci. C’è voglia di grande pallavolo in città, il campionato però sarà difficile con le prime cinque o sei squadre che, al pari nostro, si sono rinforzate. Dovremo avere le spalle larghe per gestire tutto questo e credo che le abbiamo. Il calendario è fittissimo. Tour de force fino a gennaio? Chi va in campo sa quanto può essere importante, dovremo essere bravi a gestire le risorse. Tra le favorite ci sono Siena, Bergamo, Tuscania e Civita Castellana ma ci metto anche Aversa e Santa Croce che avranno un organico con altezza media elevata». Ancora assente lo straniero del team, il canadese Van Berkel si aggregherà ai nuovi compagni solo a campionato iniziato. «Avevamo due strade per il salto di qualità, aggiungere due pezzi importanti al blocco dell’anno scorso o fare qualcosa di nuovo. Le caratteristiche di questa squadra sono attacco molto forte, centimetri a muro e maggiore fisicità con un sestetto intorno ai due metri. Inoltre avremo in panchina diversi giovani della zona molto motivati, da loro possiamo avere la forza della gioventù, agonismo, cattiveria. Non sono un allenatore che fa giocare sempre lo stesso sestetto, mi attendo un contributo sostanzioso da tutti».

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Agosto 16, 2017 13:00