Valentina Barbolini: «Perugia è un po’ come casa»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Agosto 1, 2017 13:00
Barbolini Valentina (attesa)

Valentina Barbolini (foto Michele Benda)

Nella nuova avventura della Bartoccini Gioiellerie Perugia in serie A2 femminile, ci sarà anche la schiacciatrice-ricevitrice Valentina Barbolini che, come annunciato nei giorni, torna ad indossare la maglietta nera: «Sono entrata al Pala-Evangelisti per la prima volta a cinque anni, sono cresciuta lì ed è un onore ritornarci». Nata a Modena il 17 maggio 1993, ha giocato in B2 a Narni vincendo il campionato nel 2009 e disputando la B1 nella stagione successiva, categoria che non ha più lasciato. Ha giocato per quattro anni a Trevi, due a Perugia per poi approdare a San Giustino. «Ho deciso di ritornare a Perugia perché gli anni che ci sono stata mi sono trovata benissimo. La società, l’allenatore in primis, avevano il piacere di farmi ritornare, così abbiamo trovato un accordo. Per me il Pala-Evangelisti è come casa. Lo era già prima di andarci a giocare tre anni fa. Ci andavo sempre quando allenava mio padre e ci giocava mia mamma». Per lei sarà la prima esperienza in serie A. «Vista come è stata costruita la squadra sono convinta che riusciremo a fare bene. Siamo nuove della categoria ma cercheremo di fare il nostro. Io personalmente sono contenta di fare la mia prima esperienza in serie A proprio a Perugia». Guarda avanti ed inquadra la differenza rispetto ai campionati in cui ha militato ora. «Nella serie B1 dove ho giocato quest’anno con San Giustino, la maggior parte delle squadre era di un livello alto. Credo che in A2 ci sarà differenza con le squadre che punteranno alla vetta della classifica ma non con le altre».

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Agosto 1, 2017 13:00