Spoleto convince a metà nel torneo del Pala-Rota

Pianeta Volley
By Pianeta Volley settembre 9, 2017 22:00
Giannotti Stefano (muro)

Monini Spoleto a muro con l’opposto Stefano Giannotti

Una Monini Spoleto non molto continua nel primo match contro la GoldenPlast Potenza Picena (25-20, 23-25, 24-26), ma decisamente in palla nel secondo contro la Ceramica Scarabeo Gcf Roma (25-19, 25-21, 25-17) chiude il triangolare del Pala-Rota al secondo posto dietro ai marchigiani, unici ad aver vinto entrambi i match. Coach Provvedi può trarre tante buone indicazioni dai sei set disputati, tra cui il più che positivo rientro in campo Romolo Mariano dopo l’intervento di pulizia al ginocchio subito in estate. Ora l’appuntamento è con la presentazione ufficiale di domani (domenica 10 settembre) alle ore 17,30 con la passerella per le squadre giovanili, la coreografia a tinte gialloblu della Fenice e tanto spettacolo. Nella prima gara l’unica novità rispetto al match contro Santa Croce è la presenza di Katalan al centro, con l’alternanza dei liberi tra ricezione (Bari) e difesa (Di Renzo). Dall’altra parte del campo l’ex Monopoli guida un sestetto con Bisi opposto, Cristofaletti e Marinelli in banda, Maccarone e Bucciarelli al centro e i liberi D’Amico e Toscani ad alternarsi. Un primo set molto equilibrato nelle prime fasi prende la strada degli oleari quando Giannotti e Galliani stampano due muri punto che valgono il 16-12. Provvedi cambia parecchio già in questo primo parziale, complice anche un piccolo problema fisico occorso a Bertoli, il finale è di Galliani che un potentissimo attacco firma l’uno a zero. Squadre che nel secondo set restano a braccetto, due grandi giocate di Giannotti tengono la parità (18-18). Un primo tempo messo fuori da Zamagni riporta i potentini sul più due. L’uno pari nel conto dei set arriva sull’errore dai nove metri di Galliani. Nel terzo parziale gli ospiti continuano a spingere forte sull’acceleratore, specie con i due attaccanti di punta Bisi e Cristofaletti, ma quando il punteggio entra nelle fasi calde arriva la reazione locale che porta al pareggio (20-20). Fasi finali caldissime in cui Galliani e Bisi si esaltano in attacco, chiude il match un attacco di Cristofaletti. Nella seconda partita Potenza Picena la spunta ancora due ad uno (25-22, 19-25, 25-18). I potentini non sembrano accusare alcuna stanchezza nelle prime fasi del match, il gioco orchestrato da Monopoli è fluido e il risultato alla fine li premia. I civitonici risorgono dopo il cambio di campo trascinati dalle bordate di Padura Diaz e Snippe, ma nel terzo frangente si assiste al monologo potentino, nonostante i numerosi cambi operati da coach Di Pinto e la stanchezza per il sesto set quasi consecutivo. Tanti muri punto a fare la differenza in favore dei marchigiani, che chiudono la pratica. Nel terzo ed ultimo match il tecnico Provvedi lascia precauzionalmente a riposo Bertoli che aveva accusato un piccolo fastidio muscolare, al suo posto confermato Agostini. Al centro c’è Cubito e non Katalan, mentre dall’altra parte coach Spanakis manda in campo Zoppellari in diagonale con Padura Diaz, Tiozzo e Snippe in banda, Franceschini e Mancini al centro, Romiti libero. Con un attacco più in palla rispetto al primo match, Spoleto guadagna un buon margine di vantaggio e lo incrementa via via fino a chiudere il parziale. L’atteggiamento è quello giusto anche in apertura di secondo parziale, durante il quale gli oleari lasciano intravedere sprazzi di grande pallavolo. Il vantaggio tocca anche sette lunghezze, poi i laziali si fanno sotto ma non riescono a completare la rimonta. Finisce con una veloce di Cubito che sigla il raddoppio. Nel terzo periodo gli allenatori optano per diversi cambi ma il tema di fondo non cambia, è sempre la Monini a menare le danze con un Segoni davvero ispirato e tutta la squadra che ci mette il cuore. Nel finale c’è spazio anche per il giovanissimo schiacciatore Filippo Giustini che, senza un minimo di esitazione, mette a terra il pallone che chiude le ostilità.
(fonte Marconi Spoleto)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley settembre 9, 2017 22:00