Marko Podrascanin: «Perugia non si accontenta»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley ottobre 27, 2017 17:00
Podrascanin Marko (polo)

Marko Podrascanin (foto Michele Benda)

Altra vigilia importante per la Sir Safety Conad Perugia che domenica tornerà in campo tra le mura amiche per sfidare Milano nella quarta giornata di superlega maschile. Il primo posto della classifica fornisce tanta fiducia ai block-devils che sono tornati ad allenarsi per preparare la partita. A parlare è il centrale Marko Podrascanin afferma: «Siamo ovviamente contenti di aver centrato tre vittorie e di essere primo in classifica ma sappiamo che dobbiamo migliorare tanto e soprattutto con la battuta possiamo fare più danni perché abbiamo atleti forti in questo fondamentale. Ci siamo rinforzati rispetto allo scorso anno, avevamo già dimostrato di avere una squadra forte ma le due finali perse (supercoppa italiana e champions league) ci hanno aiutato ad avere più fame. Il salto di qualità della squadra si vede, le partite che lo scorso anno perdevamo, quest’anno riusciamo a vincerle, si vede un miglioramento specialmente in difesa dove tiriamo su qualche pallone in più che ci permette di girare a nostro favore i set quando i punteggi sono complicati. Di certo l’inserimento di un libero come Colaci ci permette di essere più liberi in campo e rendere di più. Ad ogni modo a muro ed in contrattacco possiamo fare meglio. Contro Milano molto dipenderà da noi, se riusciamo a servire bene e far giocare il palleggiatore avversario staccato da rete sarebbe un bel vantaggio. La nostra squadra ha molta maturità, per molti di noi è più di un anno che giochiamo insieme e questo ci aiuta, specie contro le squadre che si sono molto rinnovate. Il gioco in pipe di cui Perugia dispone è molto efficace perché ci sono atleti molto validi che sanno giocarla molto bene e quindi è giusto che De Cecco la sfrutti, non sono scelte che penalizzano il gioco dei centrali, sono scelte che servono alla squadra per ottenere successi. Sono personalmente molto stimolato ad essere il centrale più anziano, ho imparato tanto da Birarelli e Buti e ora sono uno che in allenamento ed in partita fornisce consigli ai più giovani quando me li chiedono. L’anno scorso avevamo mancato i primi tre obiettivi e poi avevamo vinto nella semifinale di champions league contro Civitanova Marche dimostrando che eravamo capaci di battere la migliore del campionato italiano nella gara più importante, questa stagione lo abbiamo dimostrato già all’inizio e questo non può che dare fiducia a noi e mettere pressione alle rivali. Il livello della superlega maschile è sempre alto ma Civitanova Marche e Modena sono le nostre avversarie principali, tra quelle di seconda fascia ci sono molte formazioni interessanti e pericolose, contro Milano, Piacenza, Trento, Verona ma anche Vibo Valentia che è una bella squadra, se non stai sempre concentrato puoi perdere, non bisogna mai sottovalutare le avversarie. Nello spogliatoio parliamo spesso del calendario intenso, specie quando capitano infortuni a colleghi, giocare ogni tre giorni non è facile ma noi siamo professionisti e dobbiamo pensare a lavorare, alla fine siamo solo giocatori e non possiamo cambiare le cose. La seconda mia stagione a Perugia prosegue come pensavo e speravo, la città è vicina alla squadra e si mi trovo bene, ci sono i presupposti per rimanere a giocare parecchio tempo qui ma non dipende solo da me».

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley ottobre 27, 2017 17:00