Perugia maestosa, va in bacheca la supercoppa

Pianeta Volley
By Pianeta Volley ottobre 8, 2017 22:12
Sir Safety Conad Perugia (festa)

la festa della Sir Safety Conad Perugia per la vittoria della supercoppa italiana (foto Michele Benda)

Finalmente Perugia! La Sir Safety Conad infrange la maledizione delle finali e mette in bacheca il suo primo storico successo. Dopo cinque delusioni tra campionato e competizioni di vario genere arriva il primo sorriso in supercoppa italiana. Altra pagina storica per lo sport cittadino, regionale e nazionale. A scriverla sono i block-devils che salgono sul gradino più alto del podio nel primo appuntamento ufficiale della stagione. Anche la Lube Cucine Civitanova si deve inchinare alla nobile formazione bianconera che conquista così un’affermazione di rilievo, un’affermazione attesa sin troppo a lungo vista l’abitudine dei perugini a frequentare i quartieri alti. L’Umbria festeggia, mentre i marchigiani escono con un pugno di mosche dalla rivincita della champions league di fine aprile che tanto avevano meditato di prendersi. Ad incantare la platea è stato stavolta Aaron Russell, talento e forza all’ennesima potenza e premiato a fine manifestazione come miglio giocatore del torneo. Lo statunitense impone il suo carisma quando conta e porta in trionfo la sua squadra, dimostrando che di lui davvero non si può fare a meno. La sfida stellare è vinta: da una parte l’ispirato De Cecco insiste sul monumentale americano che alla fine timbra la bellezza di ventuno punti mentre Marko Podrascanin si traveste da saracinesca e sbarra la strada a tutti quelli che gli si presentano davanti. Dall’altra i cucinieri pagano una discontinuità degli uomini di punta sulla banda ed una difesa che non riesce a raccogliere molto. Anche sugli spalti è netta la vittoria di Perugia, oltre seicento sono i tifosi arrivati a sostenere la squadra, ben più dei supporters locali, facendo tremare un Eurosuole Forum gremito in ogni ordine di posto. Finalmente Perugia… sul podio è festa grande per un successo che spezza la maledizione e si spera possa sbloccare la macchina da guerra del presidente Sirci che giusto un anno fa aveva accarezzato il sogno arrivando ad una manciata di punti da un trofeo che oggi la sua squadra alza con orgoglio.
LUBE CUCINE CIVITANOVA – SIR SAFETY CONAD PERUGIA = 1-3
(20-25, 25-22, 17-25, 26-28)
CIVITANOVA MARCHE: Sokolov 20, Juantorena 12, Cester 8, Kovar 6, Stankovic 5, Christenson 3, Grebennikov (L1), Sander 6, Candellaro. N.E. – Marchisio, Casadei, Milan, Zhukouski. All. Giampaolo Medei.
PERUGIA: Russell 21, Atanasijevic 17, Podrascanin 13, Anzani 12, Zaytsev 11, De Cecco 2, Colaci (L), Della Lunga, Shaw, N.E. – Ricci, Siirila, Berger, Andric, Cesarini (L2). All. Lorenzo Bernardi.
Note – Spettatori 4291, incasso 76’343 euro.
Durata dei set: 34’, 30’, 28’, 36’.
Arbitri: Roberto Boris (PV) e Luca Sobrero (TO).
LUBE (b.s. 17, v. 8, muri 5, errori 7).
SIR (b.s. 18, v. 9, muri 14, errori 10).

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley ottobre 8, 2017 22:12