Civitanova Marche, ostacolo alto per Perugia

Pianeta Volley
By Pianeta Volley novembre 24, 2017 13:30
Sir Safety Conad Perugia (unita)

i giocatori della Sir Safety Conad Perugia uniti (foto Michele Benda)

In rampa di lancio un nuovo elettrizzante fine settimana di superlega per la Sir Safety Conad Perugia. La nona giornata di andata presenta ai block-devils l’ostacolo certamente più difficile del cammino in campionato finora affrontato. Si va domenica a Civitanova Marche per sfidare i campioni d’Italia in carica. Ultimi allenamenti di rifinitura per gli uomini di Lorenzo Bernardi che domani partiranno per la trasferta con la voglia di fare una grande gara e con la consapevolezza sia della propria forza sia di quella dell’avversario, detentore sia dello scudetto che della coppa Italia. Bernardi ed il suo staff hanno preparato al meglio ogni minimo aspetto del match, che poi vivrà certamente delle giocate dei singoli, delle giocate di squadra, della compattezza nelle fasi calde, della capacità di resistere alle ‘folate’ da una parte e dall’altra. È squadra conosciutissima quella marchigiana, ricca di grandi giocatori e senza apparenti punti deboli. Squadra capace di cambiare assetto in corsa, disponendo di una rosa lunghissima e di altissima qualità. Squadra che, rispetto alla passata stagione, ha cambiato pochissimo dando quindi continuità al progetto tecnico. Coach Medei inizialmente sembra orientato a preferire la formazione con la coppia italiana al centro, con Candellaro e Cester in diagonale, con l’americano Sander e Juantorena in banda, con Christenson e Sokolov palleggiatore-opposto e con il francese Grebennikov solita sicurezza in seconda linea. Squadra più a trazione anteriore questa con Sander altro terminale di palla alta notevole per il gioco alle bande di Christenson, in aggiunta ai soliti noti Sokolov e Juantorena. Sempre pronti poi in panchina altri due pezzi da novanta del calibro di capitan Stankovic e Kovar che permettono al tecnico il già richiamato cambio di assetto che, rispetto al precedente, sulla carta assicura maggiore qualità in ricezione con Kovar ed un centrale letale in primo tempo come Stankovic per variazioni di gioco al regista americano. Tanti i punti di forza, dal servizio (occhio non solo alle battute in salto dei vari Sokolov, Juantorena e Sander, ma anche alla float di Cester che ha cambiato la storia quest’anno di Modena-Civitanova) al muro (con Candellaro certamente tra i migliori centrali del campionato nel fondamentale) passando per la difesa (con Gebrennikov eccezionale anche nei palloni ‘fuori dal corpo’). Certamente pochi, se non nessuno, i punti deboli. Quelli che i bianconeri dovranno cercare di mettere in evidenza. E poi giocare forte, di carattere, di qualità, col cuore. È l’unica per tornare a casa con la vittoria.
(fonte Sir Safety Umbria Volley Perugia)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley novembre 24, 2017 13:30