Lorenzo Bernardi: «Voglio una Perugia insaziabile»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley novembre 24, 2017 16:00
Bernardi Lorenzo

Lorenzo Bernardi (foto Michele Benda)

Si lavora con la massima concentrazione in casa Sir Safety Conad Perugia che prepara nel suo Pala-Evangelisti l’incontro valido per la nona giornata di superlega maschile. Nella conferenza stampa del venerdì, alla vigilia di un importantissimo match, a parlare è l’allenatore Lorenzo Bernardi: «Domenica è una partita come le altre, non sarà una partita decisiva. Modena l’anno scorso ha praticamente vinto tutti gli scontri diretti con squadre di vertice ma poi è arrivata quarta nella stagione regolare. Io continuo a considerare Civitanova Marche la favorita per la vittoria del campionato in quanto è campione d’Italia ed ha rinforzato la squadra. Noi non dobbiamo guardare a quanto siamo stati belli sino ad ora ma dobbiamo cercare di prepararci nel miglior modo possibile per cercare di sviluppare il nostro miglior gioco. La squadra sta bene, la cosa che non mi piace è che qualcuno da fuori cerca di destabilizzare qualche giocatore ed il nostro ambiente, non permetterò in nessun modo di destabilizzare la situazione che c’è a Perugia. Tutte le vittorie sono iniezioni di fiducia ed aumentano l’autostima, la vittoria non deve essere però un’ossessione, il risultato di domenica non sarà certamente determinante per la classifica della regular season. Loro hanno una grande qualità ed una grande fisicità e dovremo essere bravi a farli giocare con palla staccata da rete, quindi sarà la nostra battuta a dovergli creare difficoltà. Dovremo essere bravi a restare sempre attaccati alla partita, anche quando inevitabilmente ci troveremo sotto nel punteggio, sarà importante non mollare mai, come abbiamo fatto nella finale di supercoppa italiana. Ci dobbiamo aspettare di giocare una gara molto lunga e non dovremo avere fretta. Allo stesso modo dovremo essere bravi a gestire i momenti di euforia e i momenti nei quali arriverà qualche sconfitta. L’idea di come affrontare la partita ce l’ho in testa ma siccome giochiamo contro una squadra forte e con un palleggiatore come Christenson che è tra i migliori al mondo, bisognerà essere pronti a trovare gli accorgimenti e le varianti utili alla squadra per riuscire a contrastare l’avversaria. Recentemente sono stato definito da un giornalista un tecnico insaziabile, da giocatore lo ero certamente ed ora ancor di più voglio che la squadra resti sempre concentrata sugli obiettivi, vedo che ci sono margini di miglioramento e cerco di curare i dettagli perché la somma di tutti questi potrebbe farci fare un ulteriore salto di qualità». Una considerazione il tecnico dei block-devils la dedica al girone della champions league che è stato sorteggiato nella scorsa settimana. «Il girone è molto difficile senza dubbio, Civitanova Marche sarà ancora più forte che in campionato dato che non ci sono limiti di stranieri in campo; Maaseik è un gruppo molto difficile da affrontare contro, giocano molto sulla tecnica e noi non siamo abituati ad affrontare questo tipo di gioco; forse Istanbul è un gradino sotto le altre ma noi ora dobbiamo pensare alla prossima avversaria. Il campionato italiano è molto più equilibrato quest’anno, anche se ora apparentemente in classifica c’è una frattura tra le prime e le inseguitrici. Bisogna tenere alto il rendimento perché altrimenti si rischia di perdere con tutte. È un anno che sono a Perugia, penso che la squadra abbia fatto un salto di qualità sotto l’aspetto della tenuta mentale, ora quando siamo in difficoltà i giocatori riescono a dimostrare di mantenere la tranquillità, c’è la sensazione che possiamo sempre recuperare situazioni avverse o comunque rimanere in partita».

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley novembre 24, 2017 16:00