Molta Umbria nella finale di supercoppa italiana femminile

Pianeta Volley
By Pianeta Volley novembre 3, 2017 08:30

Botteghi Alessio

Alessio Botteghi con la supercoppa

La supercoppa italiana della pallavolo femminile è stata vinta mercoledì da Novara che ha battuto Conegliano Veneto al tie-break. Un confronto che nelle panchine aveva una bella fetta di rappresentanza umbra, le piemontesi con Massimo Barbolini allenatore umbro d’adozione e residente nel Cuore Verde d’Italia, nonché il fisioterapista trestinese Botteghi, le venete con il coach folignate Santarelli. Dalle parole di Alessio Botteghi traspare tutta la soddisfazione per questo primo successo dell’anno: «Entrambe le squadre erano convinte e avevano intenzione di portare a casa questo primo trofeo e le qualità di tutti e due i sestetti si sono viste. Per Novara è importante iniziare bene e dare continuità al lavoro dell’anno scorso. C’è entusiasmo nell’ambiente, speriamo di andare avanti così». Ovvia la delusione di Daniele Santarelli: «È stato uno scontro tra due squadre molto forti, uno spot per tutto il movimento femminile. Mi dispiace molto per come è maturata la sconfitta, arrivata praticamente per un paio di episodi ma ci saranno sicuramente le occasioni per dimostrare il nostro valore. Per me era la prima grande finale da capo allenatore in una realtà di alto livello, qui a Conegliano Veneto mi trovo benissimo e ci sono tutti i presupposti per lavorare al meglio. È il massimo per un giovane allenatore come me».
Stefano Signorelli

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley novembre 3, 2017 08:30