Perugia cede un set a Sora ma è sola in vetta

Pianeta Volley
By Pianeta Volley novembre 5, 2017 20:30
De Cecco Luciano (prodezza)

Sir Safety Conad Perugia in azione con il regista Luciano De Cecco che serve Fabio Ricci (foto Michele Benda)

La Sir Safety Conad Perugia gioca al gatto col topo e mette in trappola la sua sesta preda, ma non prima di aver faticato per riuscire nell’intento. Non è stato per niente facile nel testa-coda di superlega maschile che ha visto prevalere sulla mai doma Biosì Indexa Sora. La differenza di valori in campo contro l’ultima della classe del campionato non si è vista e la squadra umbra ha salvato la sua imbattibilità ma ha ceduto il suo primo set della stagione. La condizione dei block-devils è buona ma il turnover operato in questa occasione ha finito per minare gli equilibri della formazione che per affermarsi ha sudato più del lecito. Gli umbri comunque hanno dimostrato grande lucidità sin dall’inizio, sfoderando una notevole consistenza in battuta (sei gli ace di cui cinque di Atanasijevic) e a muro (ne andranno nove a terra), fondamentali che hanno contribuito al lavoro della compagine presieduta da Sirci. Ma se la cessione di un set ed il rischio di perdere punti è la notizia peggiore della sesta giornata, qualla migliore è che adesso Perugia è da sola in vetta al campionato. Modena ha infatti perso contro Civitanova Marche ed è scivolata indietro nella graduatoria. Motivi per essere contenti insomma ce ne sono e parecchi alla vigilia dell’esordio nella massima competizione continentale che vedà mercoledì i ragazzi di coach Bernardi impegnati in  terra ucraina. L’appuntamento europeo suggerisce al condottiero dei perugin di tenere a riposo gli uomini più spremuti, in panchina al fischio d’inizio ci sono Podrascanin e Zaytsev che sono sostituiti in campo da Ricci e Berger. Malgrado ciò gli ospiti partono fortissimo e scavano un solco immediatamente (2-8). Il margine viene addirittura incrementato e solo prossimi alla chiusura i ciociari riescono a riavvicinarsi, ma senza essere troppo pericolosi. Alla ripresa le scelte tattiche del regista De Cecco sono azzeccate e il capitano manda a segno con costanza i suoi compagni ma lo scatenato Petkovic tiene a galla i laziali praticamente da solo (16-14). Bisogna arrivare ai vantaggi per riuscire a prevalere, con lucidità i perugini ottengono il raddoppio. La terza frazione è un continuo testa a testa che stavolta vedere prevalere i locali che nella fase finale non sbagliano nulla. Quarto periodo in fotocopia sino al 16-15, qui gli ospiti prendono in mano la situazione e con determinazione vanno a chiudere.
BIOSÌ INDEXA SORA – SIR SAFETY CONAD PERUGIA = 1-3
(20-25, 26-28, 25-21, 21-25)
SORA: Petkovic 32, Rosso 15, Caneschi 3, Mattei 2, Seganov 2, Nielsen, Santucci (L), Fey 11, Penning, Mauti. N.E. – Duncan-Thibault, Lucarelli, Marrazzo. All. Mario Barbiero.
PERUGIA: Atanasijevic 20, Russell 11, Anzani 10, Ricci 9, Berger 9, De Cecco 3, Colaci (L1), Podrascanin 3, Zaytsev, Siirila, Della Lunga. N.E. – Andric, Shaw, Cesarini (L2). All. Lorenzo Bernardi.
Arbitri: Maurizio Canessa (BA) e Gianluca Cappello (SR).
BIOSÌ INDEXA (b.s. 22, v. 6, muri 5, errori 12).
SIR CONAD (b.s. 15, v. 6, muri 9, errori 12).

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley novembre 5, 2017 20:30