Stefano Giannotti: «Spoleto deve convincersi della sua forza»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley novembre 15, 2017 12:30
Giannotti Stefano

Stefano Giannotti (foto Cristian Sordini)

La Monini Spoleto è entrata nell’ultima settimana del girone di andata di serie A2 maschile con grande motivazione e voglia di lavorare. Dopo lo stop contro Cantù, gara giocata un po’ troppo sotto ritmo nella prima parte, sono arrivate le due vittorie consecutive contro Bolzano e Taviano, gare abbordabili sulla carta ma sempre insidiose sul campo. Due pratiche che gli oleari hanno archiviato lasciando agli avversari solo le briciole. Merito, ovviamente, di un atteggiamento di squadra molto aggressivo e volitivo, ma anche del fondamentale del servizio. Undici le battute vincenti contro Bolzano, addirittura quattordici contro Taviano, oltre quattro di media a parziale. Leader indiscusso di questo fondamentale nella categoria è l’opposto Stefano Giannotti che, smaltiti i postumi dell’infortunio alla caviglia che lo ha costretto a saltare le gare contro Bergamo e parzialmente contro Cantù, ha ripreso il suo posto in sestetto cominciando a macinare punti su punti. I numeri parlano da soli: 25 ace in 28 set disputati, 9 nella sola partita contro Taviano. Nell’era del rally point system solo Roberto Cazzaniga ha fatto meglio in una gara terminata in tre set, mettendone a terra 11 nel 2010. Oltre ai numeri, per lui parlano anche la sua umiltà e la sua dedizione alla causa: «Dobbiamo convincerci noi per primi che siamo forti ma anche che dovremo lottare al massimo con qualunque squadra, perché nessuno ci regalerà nulla. Abbiamo faticato contro squadre che sulla carta non sono al nostro livello, che contro di noi hanno trovato quel qualcosa in più per metterci in difficoltà, è giusto che sia così e sta a noi dimostrare quanto valiamo». L’infortunio è già un lontano ricordo per l’atleta che non si piange addosso ma guarda avanti con ottimismo: «Non posso far altro che ringraziare lo staff e i miei compagni per le cure e la vicinanza post infortunio alla caviglia, mi sento vicino al cento per cento e mi alleno ogni giorno per migliorare ancora». Per quanto riguarda la classifica, la vittoria contro Taviano ha certificato l’aggancio al secondo posto del Bergamo a quota 23 punti, anche se per un miglior record di vittorie la piazza d’onore rimane momentaneamente appannaggio dei lombardi. Ma c’è anche la qualificazione matematica ai quarti di finale di coppa Italia, che vedrà incrociarsi le migliori quattro dei due gironi di A2 al termine del girone di andata. Spoleto, che sarà seconda o terza al giro di boa, affronterà una tra Grottazzolina, Siena o Santa Croce, con gara in programma il 29 o 30 novembre prossimo.
(fonte Marconi Spoleto)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley novembre 15, 2017 12:30