Una Perugia spaziale cancella Trento

Pianeta Volley
By Pianeta Volley novembre 15, 2017 22:38
Atanasijevic-Podrascanin (muro)

Sir Safety Conad Perugia Aleksandar Atanasijevic e Marko Podrascanin (foto Michele Benda)

Il sette nella simbologia è un numero particolare che fa da tramite fra il noto e l’ignoto, ed è anche il numero delle intuizioni magiche. Il noto è che la Sir Safety Conad Perugia ha raggiunto una condizione eccellente e la settima vittoria consecutiva ne è l’ennesima riprova. L’ignoto è una rivale come la Diatec Trentino che si rivela squadra ben diversa da quella vista nelle prime sei giornate. Servono allora le intuizioni magiche per mettere tutti d’accordo e sono quelle del regista Luciano De Cecco che grazie al suo estro riesce a trovare sempre la palla giusta per ogni compagno, ma sono anche quelle del libero Massimo Colaci, ex di turno che con le sue difese neutralizza gran parte delle velleità nemiche. È stata una gran bella partita, forse la migliore della stagione, i block-devils sono riusciti a tenere sempre alto il rendimento medio, dimostrando anche una certa tempra a livello caratteriale. Dall’altra parte della rete, la squadra di coach Lorenzetti pur dovendo fare ancora a meno di Kovacevic (infortunatosi nuovamente nell’allenamento del mattino, ndr), ha mostrato di essere la grande squadra degna del suo nome. In avvio i padroni di casa sono belve feroci e con Podrascanin al servizio vanno sul 5-0. Serve un time-out per ristabilire ordine nelle file avversarie e poi Hoag trova buone soluzioni che fanno annullare il distacco (12-12). Allo straordinario muro locale rispondono le strepitose difese ospiti e si procede spalla a spalla (19-19). Grazie ad un ace di Russell e poi del neoentrato Della Lunga gli umbri guadagnano quattro palle-set ed è Zaytsev ad apporre il timbro sul vantaggio con una pregevole palla piazzata in diagonale contro il muro a tre. Il secondo frangente è sbloccato subito da Zaytsev che pesca due ace, la capacità di restare lucidi non manca ai trentini che progrediscono con Vettori e mettono il naso avanti per la prima volta sul 13-14. Nel momento più difficile De Cecco prende per mano la squadra ma il controsorpasso dura poco perché Trento approfitta di ogni regalo (20-22). Esce qui il carattere dei campioni che non sbagliano più nulla, Bernardi azzecca anche il cambio più delicato, manda dentro Della Lunga che spara una cannonata sai nove metri e permette il raddoppio mandando in apoteosi i quattromila presenti. Nella terza frazione di gioco c’è uno spalla a spalla iniziale che è rotto dalla consistenza del muro perugino ma le quattro lunghezze di margine non resistono ed il punteggio torna in asse (13-13). Giannelli è particolarmente ispirato ed il motore di Trento gira ad alti regimi riuscendo a trovare ancora il break nel finale (19-21). Il margine non resiste e Perugia aggancia poco dopo con un altro muro (22-22). Si va ai vantaggi con Trento che dispone di cinque palle-set consecutive che vengono annullate da altrettante splendide giocate di Perugia, il rovesciamento concede una possibilità di chiudere ai bianconeri ed il muro di Anzani lancia i titoli di coda.
SIR SAFETY CONAD PERUGIA – DIATEC TRENTINO = 3-0
(25-21, 26-24, 30-28)
PERUGIA: Russell 15, Atanasijevic 12, Zaytsev 11, Podrascanin 7, Anzani 7, De Cecco 3, Colaci (L1), Della Lunga 2, Berger, Shaw. N.E. – Ricci, Siirila, Andric, Cesarini (L2). All. Lorenzo Bernardi e Carmine Fontana.
TRENTO: Vettori 15, Hoag 13, Lanza 9, Zingel 4, Kozamernik 1, Giannelli 1, De Pandis (L1), Carbonera 5, Teppan, Chiappa (L2). N.E. – Cavuto, Boninfante, Partenio. All. Angelo Lorenzetti e Francesco Petrella.
NOTE – Spettatori 3’715.
Durata dei set: 27’, 31’, 34’.
Arbitri: Stefano Cesare (RM) ed Andrea Puecher (PD).
SIR (b.s. 16, v. 7, muri 12, errori 8).
DIATEC (b.s. 16, v. 7, muri 4, errori 8).

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley novembre 15, 2017 22:38