Pallavolo Perugia regina del derby con Ponte Felcino

Pianeta Volley
By Pianeta Volley dicembre 10, 2017 00:30
Ragnacci Beatrice (attacco)

Perugia in attacco con Beatrice Ragnacci e Ponte Felcino a muro con Giulia Bartolini e Laura Constantin (foto Michele Benda)

Il derby di serie B2 femminile è favorevole alla 3M Perugia che nella sua Capitini ribadisce la superiorità tecnica e, soprattutto, mentale contro la ‘cugina’ targata Sorbi Gioielli Ponte Felcino che era partita meglio ma ha peccato in quanto a continuità. Risultato che conferma i valori della classifica con le ragazze di coach Marangi che sono più incisive in battuta ed hanno maggior efficacia in attacco, guadagnando meritatamente la posta in palio. Il collettivo del tecnico Pugnitopo cerca di sfrutta le proprie individualità che però non funzionano all’unisono, quando gira una, non girano le altre, e ciò non basta per espugnare il fortino nemico. Avvio contraddistinto da moltissimi errori, le squadre sono contratte e rimangono a stretto contatto (5-6). A sbloccare è Cerbella che con quattro muri vincenti quasi consecutivi porta sul 6-11. La reazione parte da Ragnacci, per un duello al centro tutto eugubino, ma quando salgono in cattedra Cicogna e Rossit il gap viene ridotto (13-14). La seconda accelerazione è prodotta da errori locali (otto in apertura) che costringono alla prima sostituzione, dentro Bernardini per Tarducci tra le biancorosse (14-19). Il recupero è arduo, Essienobon cresce e Bartolini sigla il vantaggio ponteggiano. Al rientro in campo le padrone di casa hanno un piglio diverso, Tarducci con un attacco ed un muro sigla il 7-2. Maggesi rileva Constantin e poco dopo Servettini è gettata nella mischia al posto di Essienobon ma l’inerzia non muta di una virgola (15-4). I guizzi di capitan Moretti e di Cerbella servono solo a rendere meno pesante il ritardo gialloblu (19-10). Nessun sussulto nel finale con pareggio firmato da Rossit. Il terzo parziale comincia con Cicogna sugli scudi, un attacco e due ace suoi portano sul 4-0. Diano sale in cattedra a rete e la battuta perugina con tre ace allunga il passo (13-6). La cattiva gestione della battuta biancorossa è concentrata tutta in questo frangente ma non mette in pericolo il punteggio (22-18). C’è da attendere poco per decretare il sorpasso sancito da un attacco di capitan Rossit. Nel quarto periodo parte meglio Ponte Felcino ma la progressione di Ragnacci inverte la situazione (13-9). Maggesi, entrata nuovamente su Constantin, mostra qualche acuto ma la sostanza non cambia (18-14). La marcia in più è Ragnacci che dal centro è immarcabile e tiene a debita distanza le rivali e poi è a chiudere.
3M PERUGIA – SORBI GIOIELLI PONTE FELCINO = 3-1
(21-25, 25-11, 25-20, 25-19)
PERUGIA: Rossit 17, Ragnacci 14, Diano 14, Tarducci 13, Cicogna 9, Bertinelli 1, Mastroforti (L1), Bernardini 1. N.E. – Pero, Schepers, Narducci, Zappacenere (L2). All. Guido Marangi e Carlo Vinti.
PONTE FELCINO: Cerbella 14, Moretti 12, Bartolini 11, Essienobon 5, Constantin 4, Marcacci 3, Lillacci (L), Maggesi 2, Servettini. N.E. – Polimanti, Zangarelli, Migni, Maranghi. All. Massimo Pugnitopo e Giuliano Chiocci.
Arbitri: Debora Nannini ed Emilio Serena.
3M (b.s. 8, v. 8, muri 9, errori 18).
SORBI (b.s. 10, v. 4, muri 11, errori 17).


Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley dicembre 10, 2017 00:30