Perugia trionfa nella battaglia di Istanbul

Pianeta Volley
By Pianeta Volley dicembre 20, 2017 17:30
Anzani Simone (attacco)

Sir Safety Conad Perugia in attacco col centrale Simone Anzani

Se l’assedio di Costantinopoli era durato 48 giorni prima che cadesse la Roma d’Oriente e si instaurasse l’impero bizantino, stavolta la Sir Sicoma Colussi Perugia ha impiegato molto meno per invadere e conquistare la storica città sul Bosforo. L’assedio della capitale turca dura tre set e 90 minuti ma poi la Fenerbahce Sk Istanbul cede le armi. La squadra vice campione europea incamera la seconda vittoria nella fase a gironi e continua a farsi rispettare in campo continentale. A comandare l’assalto è stato il solito Aleksandar Atanasijevic che in attacco è apparso imprendibile ed ha conquistao un set praticamente da solo. In avvio i padroni di casa hanno schierato Akdeniz al posto di Tekeli mentre gli ospiti in maglia rossa hanno dato fiducia al sestetto più rodato. Il primo parziale ha visto i block-devils trovare il primo break sul 6-9. I turchi non si sono scomposti ed hanno atteso il momento buono per riagganciare sfruttando l’errore altrui (16-16). A togliere d’impaccio i perugini è stato Atanasijevic, maestoso nel set d’apertura con dieci palle a terra) che col turno di battuta, anche un ace per lui, ha ripreso il comando portando sul 19-22 e lasciando poi gestire agevolmente sino al vantaggio siglato da un primo tempo di Anzani. Il duello è ricominciato con lo stesso inarrestabile Atanasijevic (avrà un eloquente 83% offensivo) in grado di produrre la prima accelerazione (6-9). Stavolta i gialloblu locali non riescono a sfruttare nemmeno le numerose battute sbagliate degli umbri, saranno ben otto, per rientrare ed il distacco permane sino in fondo, è la pipe di Zaytsev a rincarare la dose. Nella terza frazione gli stambulioti hanno forzato ogni palla portandosi subito avanti pesantemente (8-3). Berger ha sostituito Russell, scomparso dal campo dopo il primo frangente, e Ricci ha rilevato Anzani, contribuendo alla rimonta che si è compiuta col sorpasso sul 12-13. La formazione locale ha trovato nuove risorse con il grintoso Toy che è salito in cattedra riprendendo in mano il pallino del gioco e propiziando il 22-18. A cambiare l’inerzia al punteggio è stato ancora una volta Atanasijevic dai nove metri che sul 23-21 ha tirato senza paura, il muro di Shaw ha messo la freccia e l’ace del serbo ha sigillato il punteggio. Tre punti buoni per la classifica con Perugia che passa in testa in attesa dell’altra partita del girone Civitanova Marche e Roeselare in programma domani.
FENERBAHCE SK ISTANBUL – SIR SICOMA COLUSSI PERUGIA = 0-3
(20-25, 21-25, 23-25)
ISTANBUL: Toy 12, Quesque 11, Sket 11, Gladyr 4, Keskin 3, Akdeniz 2, Karatas (L1), Tekeli 3, Yatgin, Hazirol (L2). N.E. – Unver, Ondes, Buyukgoz, Karasu. All. Veljko Basic e Kerem Eryilmaz.
PERUGIA: Atanasijevic 25, Zaytsev 10, Podrascanin 8, Russell 6, Anzani 2, De Cecco, Colaci (L1), Berger 3, Ricci 2, Shaw 1, Della Lunga. N.E. – Siirila, Andric, Cesarini (L2). All. Lorenzo Bernardi e Carmine Fontana.
NOTE – Spettatori 475.
Durata dei set: 25’, 28’, 28’ .
Arbitri – Mario Bernaola (SPA) ed Ivan Lazarevic (SRB).
FENERBAHCE (b.s. 21, v. 7, muri 6, errori 19).
SIR SICOMA (b.s. 24, v. 12, muri 14, errori 18).

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley dicembre 20, 2017 17:30