Gino Sirci: «Voglio una Perugia di carattere»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley gennaio 19, 2018 10:00
Recine-Sirci-Bernardi

il d.s. Stefano Recine, il presidente Gino Sirci e l’allenatore Lorenzo Bernardi (foto Michele Benda)

Si allena oggi pomeriggio al palazzetto di Santa Maria degli Angeli (dalle ore 17 alle ore 19) la Sir Safety Conad Perugia, a pochi passi dalla sede dell’azienda sponsor, continua dunque l’esilio forzato dal Pala-Evangelisti occupato per un concerto, ma la concentrazione è altissima tra gli atleti e lo staff che cercano di recuperare le energie e smaltire le tossine accumulate nella triplice trasferta consecutiva dei giorni scorsi. Siamo a due-terzi della stagione, ancora ci sono tre obiettivi nel mirino, ma l’occasione è giusta per fare un bilancio col presidente Gino Sirci: «Sono molto soddisfatto di come va la squadra, siamo primi in classifica da molte giornate, all’inizio della stagione non dico che ero sicuro ma di sicuro ci speravo che fosse così, le speranze non sono state disattese. Molto determinante come si è visto è stato l’inserimento di un libero come Colaci, mi piace molto il ruolo di Zaytsev che è ancora più inserito nel contesto di squadra specie in attacco, la battuta funzione molto bene ed anche l’allenatore Bernardi si è assestato come professionista qualificato che lavora bene con il gruppo». Incalza nel frattempo la coppa Italia, le final four si terranno nel prossimo fine settimana a Bari e la tifoseria si organizza per essere vicina alla squadra. Le aspettative attorno al club bianconero sono alte ma anche la concorrenza è agguerrita. «Non so che possibilità abbiamo in coppa Italia, abbiamo visto che le sorprese non sono mancate e quindi non si possono fare pronostici. Certo è che la sconfitta con Modena in casa è stata difficile da digerire e ci piacerebbe che fosse lavata con una bella prestazione nella coppa, spero che possa avvenire e che riusciamo a tirare fuori il nostro carattere nelle partite importanti. Deve essere il carattere di una squadra affamata di vittorie. Con un pubblico come il nostro ed una società come la nostra ci vuole gente che metta in campo tutta la rabbia che ha dentro per vincere. La città ha voglia di realizzarsi e di avere una identità sportiva, non basta la partecipazione ma servono le vittorie, io spero di poter contribuire a queste». Sulla questione mercato il numero uno non conferma e non smentisce nulla, è chiaro che un tentativo per il cubano Wilfredo Leòn sarà fatto di nuovo ma il costo esorbitante del suo ingaggio ed il fatto che sia straniero imporrebbe di privarsi di uno degli attuali talenti onerosi e tutto lascerebbe presupporre che potrebbe essere Aleksandar Atanasijevic, sia perché in scadenza di contratto, sia per l’entità economica.

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley gennaio 19, 2018 10:00