Massimo Colaci: «Panchina arma in più di Perugia»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley gennaio 5, 2018 09:00
Colaci Massimo (esulta)

Massimo Colaci (foto Michele Benda)

Tutto secondo previsione nella prima gara del 2018 per la Sir Safety Conad Perugia che ha incassato l’intera posta tra le mura amiche. Continuano a capeggiare la classifica i block-devils in superlega maschile e la pur volenterosa Verona si è rivelata troppo fragile per poter insidiare la leader del campionato italiano. Una gara con un solo momento di appannamento, quello del secondo set nel quale un agevole vantaggio iniziale si è trasformato in un rilassamento. I perugini hanno continuato a scherzare col fuoco per tutta la durata del parziale sino a che sono stati superati e l’hanno perso. A quel punto è scattato l’allarme per un duello che avrebbe potuto complicarsi, causa anche la cattiva giornata di Atanasijevic che dopo il primo set si è addormentato. La situazione venutasi a creare ha però fatto scoprire le qualità di Leo Andric, opposto di riserva che ha avuto pochissimi spazi sino ad oggi, il croato ha saputo sfruttare bene quello a lui concesso giovedì sera ed ha stupito il folto pubblico andando a segno in attacco, in battuta e a muro. È certamente lui la notizia più lieta della ripresa nel nuovo anno, lo conferma anche il libero Massimo Colaci che ha detto: «Abbiamo commesso troppi errori nella fase centrale della gara, siamo stati molto bravi a ripartire nel terzo set. Non siamo stati brillanti come al solito ma è logico che in una stagione ci possono essere alti e bassi. È stato importante portare a casa tre punti pur non giocando al top e contro una rivale di rango. Andric è stato bravo a sfruttare la sua occasione, la nostra panchina si rivela di ottimo livello e questo è un valore aggiunto per noi che abbiamo un collettivo in grado di tenere alto il livello anche in allenamento». A fare la parte del leone in campo è stato lo statunitense Aaron Russell il cui apporto molto positivo lo ha fatto eleggere miglior giocatore del match: «Tre punti preziosi che non era facile conquistare contro una buona squadra come Verona. Penso che non abbiamo giocato benissimo in ricezione ma nella correlazione muro-difesa ci siamo espressi su ottimi livelli. Ora arriva Piacenza e noi sappiamo che è un’avversaria ostica, ci ricordiamo ancora la sconfitta in coppa Italia dello scorso anno e dobbiamo rimanere concentrati e prepararci bene perché vogliamo vincere». Uno spazio extra-sportivo è stato riservato a due giocatori che nella notte precedente avevano visto nascere i loro figli. Visibilmente commosso Andrea Cesarini diventato papà per la prima volta: «È stata un’emozione fortissima vedere nascere Leonardo è stata una grande esperienza, è andato tutto bene ed è stato un momento speciale che ho vissuto con mia moglie Michela». Le parole di Ivan Zaytsev per il fiocco rosa: «Stavolta sono riuscito ad essere accanto a mia moglie Ashling ed ho vissuto il momento del parto cercando di aiutarla. Gioia doppia l’arrivo di Sienna che è la nostra secondogenita».

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley gennaio 5, 2018 09:00