Perugia-Trento: ecco la semifinale di coppa Italia

Pianeta Volley
By Pianeta Volley gennaio 26, 2018 09:30
Bernardi-Dallari-Lorenzetti

i tecnici Lorenzo Bernardi ed Angelo Lorenzetti intervistati dal giornalista Lorenzo Dallari (foto Michele Benda)

È l’ora del secondo obiettivo stagionale: la Coppa Italia. La pallavolo punta i riflettori sul Pala-Florio di Bari, luogo di svolgimento dell’evento che si disputa con la formula tradizionale delle finali a quattro. La Sir Safety Conad Perugia si prepara ad uno di quei duelli che aveva sognato sin dalla scorsa estate, la penultima rivale da battere nella competizione risponde al nome della Diatec Trentino. Un’avversaria dal nome roboante e da far tremare i polsi per l’enorme blasone e per la ricca bacheca che ha allestito nell’ultimo decennio. Sabato pomeriggio con diretta sul canale digitale tematico Rai Sport a partire dalle ore 18 le immagini della partita saranno diffuse in tutta la penisola ed in altri 50 paesi del pianeta. Gli umbri sono alla loro settima partecipazione al torneo, i trentini alla diciassettesima; il team settentrionale ha vinto quattordici dei ventidue scontri diretti e nei due precedenti di coppa ha avuto sempre la meglio. Premesso tutto ciò e considerato che i dolomitici hanno già alzato in cielo il trofeo tre volte nella loro storia, va precisato che la differente esperienza delle antagoniste ed il differente palmares non costituiscono motivi sufficienti per fare pronostici. D’altra parte l’ultima sfida a eliminazione diretta risale alla semifinale della supercoppa italiana vinta dai block-devils in quattro set ed anche il confronto più recente relativo all’andata del campionato se lo aggiudicarono per tre a zero gli uomini del presidente Gino Sirci. Il pericolo numero uno nel collettivo del tecnico Angelo Lorenzetti è costituito dallo schiacciatore serbo Uros Kovacevic, elemento carismatico capace di imprimere grandi accelerazioni, ma un particolare attenzione si dovrà tenere sul centrale australiano Aidan Zingel, il cui rendimento è rimasto elevato per tutta la stagione, unico dubbio dei trentini il libero Daniele De Pandis, da poco operato al menisco mediale del ginocchio destro che sperano di recuperare. Coach Lorenzo Bernardi ha ricordato alla vigilia quanto sia importante concentrarsi sull’obiettivo e non guardare ai dati statistici. Pronto a fare vedere appieno il suo valore è l’opposto Aleksandar Atanasijevic che con sedici colpi vincenti taglierà il traguardo dei 3000 punti realizzati tra coppa e campionato, mentre lo schiacciatore Ivan Zaytsev con sette palle a terra arriverà a quota 200 nella sola coppa Italia. Per ottenere il successo ci sarà bisogno di interpretare bene anche il duello tattico, il sestetto bianconero ha un vantaggio psicologico avendo prevalso in questa stagione sui rivali per due volte, ma in una partita secca tutto può succedere e guardare alla rivale sapendo quali sono i suoi punti di forza è l’unica strategia che può pagare. Prima di tutti scenderanno in campo le altre due partecipanti all’evento, ossia Civitanova Marche e Modena. Due formazioni che completano un quartetto d’eccezione, non a caso occupante i primi quattro posti della classifica del massimo campionato italiano. Possibile sestetto Trento: ad alzare Giannelli in diagonale con Vettori, in posto-tre Carbonera e Zingel, attaccanti di banda Kovacevic e Lanza, libero Chiappa. Probabile sestetto Perugia: De Cecco in regia, Atanasijevic opposto, Podrascanin ed Anzani al centro, Russell e Zaytsev schiacciatori, Colaci libero. Gli arbitri della partita saranno designati nella riunione tecnica, sei i fischietti che potrebbero dirigere l’incontro, il designatore si è affidato ad una formazione che annovera: Roberto Boris (PV), Sandro La Micela (TN), Fabrizio Pasquali (AP), Andrea Puecher (PD), Daniele Rapisarda (UD) ed Armando Simbari (MI).

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley gennaio 26, 2018 09:30