School Perugia: grande attesa per Sassuolo

Pianeta Volley
By Pianeta Volley gennaio 19, 2018 18:30
Cruciani Cristina (palla)

Cristina Cruciani

Attesissima partita per le ragazze della Limmi School Volley Perugia che sabato 20 gennaio alle ore 18, nell’ultima gara del girone di andata di serie B1 femminile, saranno impegnate nel palazzetto di San Marco contro la corazzata Canovi Coperture Sassuolo seconda in classifica e reduce dalla prestigiosa vittoria casalinga contro la capolista San Lazzaro. La partita è particolarmente attesa perché nella fila delle emiliane militano due vecchie conoscenze degli appassionati perugini, come Lucia Crisanti, ma soprattutto Taismary Aguero, entrambe atlete pluridecorate della Sirio Perugia degli anni d’oro. Certamente saranno molti gli appassionati presenti al palasport per rivedere in campo due giocatrici di grande valore, ma soprattutto due persone che hanno lasciato segni indelebili negli sportivi umbri ed in particolare nella città di Perugia. Alla vigilia dell’incontro capitan Cristina Cruciani afferma: «Sono arrivata alla conclusione che sia infinitamente più difficile lottare per la salvezza che per la vittoria di un campionato. Quando si vince quasi sempre, è tutto molto più facile, ma è quando arrivano molto più spesso le sconfitte che si creano i veri ostacoli e la sfida si fa davvero ardua sia emotivamente, in quanto devi sempre cercare di trovare la forza e la motivazione giusta per rialzarti, sia fisicamente, perché devi cercare sempre nuove energie che ti permettano di superare dei limiti ai quali, se giochi in squadre dove a volte le tue compagnie fanno anche per te, non sei obbligata sempre ad arrivare». La squadra delle scolare è molto giovane, ma sta migliorando molto anche grazie ai consigli delle più esperte. «Si dice spesso che le giovani di oggi non siano rispettose nei confronti delle più grandi e molto spesso mi trovano d’accordo. Però sono veramente fiera nel dire che la nostra squadra è differente. Le ragazze più piccole sono splendide e colgo l’occasione per fare i complimenti ai genitori che le hanno cresciute in questo modo, ed io spero di essere in grado di fare altrettanto con i miei figli. Il nostro rapporto è fantastico, io adoro le mie compagne e loro lo sanno. Mi farei in quattro per loro e voglio veramente che arrivino in alto, e cerco sempre di correggerle per evitare che facciano gli errori che ho fatto io alla loro età. Ma, a dire la verità, la maggior parte di loro è molto più in gamba di me e sono sicura che perseverando raggiungeranno i loro obiettivi». Uno sguardo la centrale lo getta alla prossima partita di campionato e al futuro. «Sarà una vera e propria battaglia, ma come al solito, non ho e non abbiamo paura delle nostre avversarie, anche se in questo caso coronate di medaglie olimpiche con il volto Taismary Aguero e non da sola, ma accompagnata da una fortissima centrale come Lucia Crisanti e da un’ottima palleggiatrice. Come dico sempre, dobbiamo cercare di dare il massimo e di tirare il cappello dove non si arriva con le proprie doti fisiche, e poi chi vivrà vedrà. Dopotutto la palla è rotonda ed il campionato è ancora molto lungo ed abbiamo ancora la possibilità di riscrivere il nostro destino. L’importante è non mollare neanche un centimetro e trovare una certa continuità nel rendimento che è la cosa più difficile anche per le atlete più esperte. Il mio futuro come giocatrice, non credo mi riservi moltissimo, ma siccome non posso vedermi lontano dal volley, ho aperto la strada all’unica cosa che avevo sempre escluso di fare in vita mia e cioè allenare. Ho scoperto che potrebbe piacermi e potrei essere bravina, perché in fin dei conti è da quando sono piccola che mangio pane e pallavolo e per mia grande fortuna ho avuto dei mastri egregi che mi hanno fatto amare questo sport, per cui vorrei fare la stessa cosa con qualcun’altro. Vorrei chiudere dicendo una cosa alle ragazzine più giovani che iniziano ora la loro strada nel mondo della pallavolo: perseverate su questa strada, perché vi farà diventare persone migliori, caratterialmente molto forti, vi terrà lontane da brutte compagnie, e vi regalerà amicizie per la vita ed esperienze indimenticabili. Personalmente non mi stancherò mai di ringraziare i miei genitori, perché mi hanno sostenuto e spinto in questa avventura che dura ormai da 20 anni».
(fonte School Volley Perugia)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley gennaio 19, 2018 18:30