Giorgia De Stefani: «A San Giustino play-off alla portata»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley febbraio 7, 2018 08:00
De Stefani Giorgia (campo)

Giorgia De Stefani (foto Michele Benda)

Nell’ultima trasferta è stata la più prolifica fra le attaccanti della Sia Coperture San Giustino con sedici punti ed un 42% di realizzazione; la vittoria per tre a zero è indice di un indubbio salto di qualità della squadra, che con quattro punti in due trasferte sta cominciando a dimostrare personalità anche lontano da casa. In questa squadra che ha cambiato il passo, un forte contributo arriva dalla crescita individuale della schiacciatrice Giorgia De Stefani: «Fino a poco tempo fa mostravamo spesso un’immagine falsa di noi. Stiamo concretizzando il lavoro in palestra e nel frattempo, dopo cinque mesi, sta emergendo l’amalgama in seno a un gruppo costruito ex-novo, con due sole atlete confermate rispetto alla passata stagione. Un percorso che all’inizio non è mai facile, ma siamo migliorate a livello di concentrazione e di conseguenza anche il nostro gioco è più ordinato. La vittoria di Pontedera ha pertanto una spiegazione logica». Se dunque la squadra è ora quella vera, anche la prestazione della giocatrice di origine trevigiana dell’ultima partite è da considerare quella vera. «Ritengo di avere ancora qualche margine di miglioramento da sfruttare. Parlando con metafora, dico che sono un diesel, problemi fisici nessuno, per cui dovevo soltanto ingranare e acquisire una maggiore sicurezza, che si è tradotta poi sul campo anche in una migliore intesa con la palleggiatrice Claudia Stincone, nel senso che la mia condizione trasmette più fiducia a chi deve servirmi i palloni». Bella e importante l’impresa di Pontedera, seppure maturata al termine di una partita intensa e combattuta fino all’ultimo punto. Sarà il leitmotiv di questa seconda parte di campionato. «A differenza dei gironi A e B, che finora conoscevo di più, questo ha un indice di difficoltà superiore. Se negli altri raggruppamenti vi sono a volte partite senza storia, quando affronti le ultime della classe, qui invece bisogna prestare molta attenzione, perché anche chi sta in fondo ti può battere. Inoltre, diverse squadre fanno leva sul fattore campo». E la posizione play-off si avvicina ulteriormente, nonostante cinque squadre siano racchiuse in un fazzoletto alquanto ristretto. «Sono convinta che alla fine il divario rimarrà minimo. Un motivo in più per non sperperare quei punti che poi potremmo rimpiangere. Dico allora che in lizza ci siamo anche noi e che voglio raggiungere l’obiettivo, sono qui per questo». Quale avversaria indichi come la più temibile? «Trevi ha una qualità tecnica in attacco molto alta, anche se nella partita disputata a San Giustino siamo state brave nel mettere in difficoltà le loro pedine di punta». Sabato prossimo, gara di ritorno contro Moie che ad ottobre inflisse una amara sconfitta alle sangiustinesi. «Dobbiamo assolutamente riscattarla, soltanto ripensando ai due punti che abbiamo lasciato lì nella gara di andata».
(fonte San Giustino Volley)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley febbraio 7, 2018 08:00