Giulia Pascucci: «Perugia deve sostenerci»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley febbraio 6, 2018 16:00
 Pascucci Giulia (campo)

Giulia Pascucci (foto Michele Benda)

È tornata alla vittoria la Bartoccini Gioiellerie Perugia e lo ha fatto cogliendo una vittoria interna, la seconda del campionato di serie A2 femminile messa a segno al Pala-Evangelisti. Un successo sofferto, come sofferta è la stagione delle magliette nere che avrebbero voluto festeggiare degnamente questo importante risultato ma ciò non è avvenuto a causa di alcuni fatti incresciosi. Dagli spalti infatti sono arrivati degli insulti all’indirizzo delle atlete che non sono passati inosservati. A parlarne è stata nell’intervista di fine partita la schiacciatrice Giulia Pascucci: «Siamo contente per la vittoria perché abbiamo giocato di squadra e ce lo siamo meritate. Quando non riusciamo ad esprimerci siamo le prime a disperarci, ma dispiace giocare davanti al proprio pubblico e ricevere insulti. Noi andiamo sempre in campo per vincere, ma purtroppo questo non basta. Di certo è brutto pensare che sia meglio giocare in trasferta perché i tifosi delle altre squadre ci insultano meno dei nostri. Io gioco nella mia città, a me preme particolarmente vincere, e non li sento nemmeno gli insulti, ma al palazzetto ci sono familiari ed amici che vengono a vederci e sentire certe cose fa veramente male. Fortuna che abbiamo anche vinto altrimenti non so cosa c’era da aspettarsi». Insomma, siamo alle solite, si sa che la cultura sportiva in Italia spesso manca, i tifosi preferiscono inveire sulle squadre avversarie piuttosto che pensare a sostenere i propri colori. Quello che c’è di nuovo è che un comportamento come quello che è stato tenuto domenica scorsa da qualche facinoroso, per fortuna isolato, avrebbe bisogno di una presa di distanza immediata, perché stiamo parlando di sport, perché le atlete sono persone e perché non si abbia a verificare l’effetto deleterio sulle perugine.

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley febbraio 6, 2018 16:00