Il fisioterapista Paolo Tempesta torna in azzurro

Pianeta Volley
By Pianeta Volley febbraio 28, 2018 11:50
Tempesta Paolo

Paolo Tempesta

Il fisioterapista Tempesta torna a collaborare con la nazionale azzurra. Curerà i muscoli dei ragazzi della squadra juniores che si apprestano a disputare il girone di qualificazione ai prossimi campionati europei di categoria, in programma nel mese di luglio in Belgio e Olanda. Terapista della riabilitazione, massofisioterapista e massaggiatore sportivo riconosciuto dal Coni, il professionista folignate ha una storia con le selezioni nazionali che parte dal lontano 1992, quando proprio con la juniores vinse la medaglia d’oro europea. Da lì il balzo nella nazionale seniores, quella generazione di fenomeni, con cui si laureò campione del mondo nel 1998 in Giappone. Nel 2001 arrivò un altro prestigioso successo, la medaglia d’oro ai Giochi del Mediterraneo disputati in Tunisia, poi chiusura alla grandissima nel biennio 2004-2005, argento alle olimpiadi di Atene e oro agli Europei di Roma.  Nel 2007 arriva l’addio alla nazionale per ragioni familiari, ma il filo diretto che lo lega Paolo alla maglia azzurra non si è mai staccato del tutto. Nel 2016, infatti, è tornato a collaborare con la nazionale cadetti vincendo il campionato europeo in Turchia, e ora è arrivata la chiamata dalla selezione juniores. Paolo Tempesta racconta emozionato: «Sono profondamente onorato per questo nuova opportunità abbiamo già fatto due giorni di raduno all’Acqua Acetosa per conoscere il gruppo e ci incontreremo ancora a marzo per la selezione finale dei 14 elementi. A fine aprile ci sarà in Calabria il girone di qualificazione che, in caso di esito positivo, ci porterà direttamente nei Paesi Bassi a luglio. Devo dire che, al di là della categoria, indossare la maglia azzurra è sempre un grande onore, e vincere salendo sul podio sulle note dell’inno di Mameli è qualcosa di incredibile. Ringrazio sentitamente la dirigenza del club di Spoleto per la disponibilità dimostrata nei miei confronti, ovviamente la nazionale non mi distoglierà dagli importanti obiettivi che la società sportiva si è posta e per i quali ha cominciato a lavorare con grande entusiasmo dalla scorsa estate». La sua chiamata in nazionale è, ovviamente, motivo di grande orgoglio per la società della presidente Vincenza Mari che pone da sempre particolare attenzione alla scelta dei membri dello staff.

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley febbraio 28, 2018 11:50