Lorenzo Bernardi: «Qualche passo avanti per Perugia»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley febbraio 26, 2018 12:00
Bernardi Lorenzo (protesta)

il tecnico Lorenzo Bernardi

La terza sconfitta della stagione riporta sulla terra la Sir Safety Conad Perugia che stavolta ha combattuto ad armi pari con Modena prima di arrendersi. Peccato per i block-devils che avevano l’opportunità di interrompere la striscia negativa contro una nemica giurata che era anche debilitata da assenze importanti, seppur non pesanti, come Mazzone e Sabbi. La prestazione però è stata migliore rispetto alle precedenti, e per questo il sentito comune è quello che non bisogna fasciarsi la testa. Qualche sbavatura nel gioco è stata sufficiente perché gli emiliani ne approfittassero. Il commento a caldo di coach Lorenzo Bernardi è stato severo: «Dovevamo essere un po’ più forti di testa quando siamo andati sotto nel secondo e nel terzo set. Siamo calati di intensità agonistica e dal punto di vista mentale, ma siamo stati comunque molto bravi a tornare in partita. Quando giochi contro squadre di questo calibro non puoi permetterti al tie-break di sbagliare un contrattacco e in un altro farti murare, inoltre l’ultima palla loro era fuori e noi abbiamo fatto invasione. Nonostante questo penso che sia stato fatto un passo avanti, so che la stampa è molto preoccupata perché non vinciamo mai contro Modena, dopo la sconfitta nella gara di andata, però, abbiamo vinto diciotto gare di fila. Speriamo che ci porti fortuna. Dopo aver giocato contro Latina in casa ho detto che saremmo andati a Modena per vincere, ci abbiamo provato ma non ci siamo riusciti. La differenza in queste partite la fanno i dettagli e la partita lo ha dimostrato una volta di più. Vorrei però sottolineare che il campionato italiano non è formato solo da una o da due squadre. L’equilibrio è notevole e tra le prime tre della classifica lo è ancora di più. Dobbiamo essere comunque consapevoli dei nostri mezzi ed avere rispetto di tutti. La cosa su cui dobbiamo riflettere è che sapevamo che l’avversario avrebbe fatto determinate cose ma non siamo riusciti a contrastarlo lo stesso, sono in questi frangenti che dobbiamo riuscire a fare la differenza». Come sempre molto richiesto alle interviste lo schiacciatore Ivan Zaytsev ha detto: «Peccato per quel muro che nel tie-break sarebbe valso il 12 pari. Ci dispiace aver perso al termine di una bellissima partita. C’è stato qualche alto basso di troppo che penso sia normale dopo aver chiuso la regular season al primo posto. Non avremmo dovuto mollare e ci dispiace, complimenti a Modena. Per mantenere il ritmo era una bella occasione e penso sia stato utile. Era da tempo che non c’era tutto questo agonismo in campo e credo sia stato un discreto spettacolo anche dagli spalti. Ora arriva il bello. Ci aspetta la gara di champions league contro Civitanova Marche per poi giocarci i due obiettivi principali di questa stagione, vedremo se saremo capaci di confermare il bel gioco mostrato fino ad ora. Le vittorie in coppa Italia e supercoppa ce le siamo buttate alle spalle. Adesso ci dobbiamo concentrare sugli obiettivi grossi, bisognerà vedere se saremo in grado di fare bene anche là. Abbiamo giocato poco al centro perché forse è stata riscontrata qualche difficoltà di rendimento stavolta, mentre sulla banda stavamo bene ed infatti abbiamo avuto percentuali altissime. La pressione? Sono abituato a sentirmi sotto pressione non solo dentro il campo, ma va bene così». Il capitano Luciano De Cecco guarda avanti: «Prima o poi dovevamo perdere, peccato perché potevamo farcela e ci tenevamo tanto anche se non contava nulla per la classifica. È stata sicuramente una bellissima partita con momenti molto belli, c’è un po’ di rammarico ma mercoledì c’è già la champions league da giocare e dobbiamo concentrarci su quella. Nel quinto set abbiamo avuto la possibilità di fare dei break ma sono stati bravi loro a risolvere al meglio, qualche errore nostro, qualche muro subito e qualche copertura non presa, ci hanno impedito di vincere».

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley febbraio 26, 2018 12:00