Massimo Colaci: «Gara divertente di Perugia»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley febbraio 11, 2018 10:30
Colaci Massimo (esulta)

la grinta del libero Massimo Colaci che ha spinto alla vittoria la Sir Safety Conad Perugia (foto Michele Benda)

Blindare il primo posto con quattro giornate ancora da giocare è impresa non semplice nella superlega maschile, ma la Sir Safety Conad Perugia ci è riuscita perché battendo Civitanova Marche nello scontro al vertice ha ora aumentato il vantaggio che è di sette punti. Con quattro partite ancora da giocare per concludere il girone di ritorno il bottino è più di un capitale, è un tesoretto. E se ci mettiamo che la vittoria è arrivata in un Pala-Evangelisti tutto esaurito, con bel oltre le quattromila presenze ufficiali, allora la convinzione è che la stagione possa essere davvero trionfale. Se la gode il presidente Gino Sirci che si è lasciato andare sotto la curva dei tifosi: «Una partita da brividi, stiamo dimostrando che Perugia è matura e domina con pieno merito il campionato italiano. Speriamo che queste vittorie e questo entusiasmo possa convincere anche Leòn, ma solo ai primi giorni di marzo avremo una risposta definitiva da lui». Si prende volentieri i riflettori il tecnico Lorenzo Bernardi che ha usato parole di elogio per i suoi atleti: «Abbiamo fatto una gran partita, giocare quattro set in maniera perfetta contro una rivale di rango come quella marchigiana non è facile per nessuno. Eccetto i primi dodici punti della partita credo che abbiamo sempre avuto il pallino del gioco in mano. Vincere quattro volte su cinque contro i campioni d’Italia in carica e vice campioni del mondo, contro giocatori di grandissima levatura penso sia un bel segnale». La carica dei bianconeri ha avuto un protagonista sugli altri, miglior giocatore in campo è risultato Massimo Colaci che ha detto: «Mi sono divertito tanto perché c’era l’atmosfera giusta e la grinta giusta. Abbiamo giocato una pallavolo di alto livello e sono felice. Ci voleva perché l’obiettivo della regular season è importante. Il primo set lo abbiamo perso perché loro hanno fatto delle grandi giocate. In seguito abbiamo fatto qualche difesa in più e siamo stati cinici in contrattacco. Ogni partita vale tre punti ma per battere le grandi devi giocare bene. L’obiettivo grosso comunque è quello di maggio». Ha mantenuto invece un aplomb invidiabile il centrale Marko Podrascanin anche dopo aver messo giù la palla che ha fatto esplodere il palasport: «Siamo in grande crescita, ormai ci conosciamo bene ed abbiamo una grande sicurezza nei nostri mezzi. È stata una partita che assomiglia molto alla finale di coppa Italia giocata a Bari. La vittoria conta per la classifica ma anche dal punto di vista morale perché ci dà fiducia per i play-off. Secondo me in una squadra che va così bene non bisogna cambiare nulla, piedi per terra e pensare al prossimo avversario, non dobbiamo deconcentrarci perché non siamo ancora matematicamente primi. Centrare questo traguardo in quello che è il campionato migliore del mondo sarebbe un ottimo risultato». Non è ancora del tutto contento l’opposto Aleksandar Atanasijevic che ha guardato al prossimo tabù da sfatare: «Abbiamo giocato bene una partita che era molto importante soprattutto dal punto di vista mentale, nonostante i punti di vantaggio conquistati dobbiamo continuare ad essere concentrati perché mancano ancora delle partite importanti che vanno vinte per rimanere primi. Andremo a Modena concentrati perché quest’anno ci manca ancora di vincere contro di loro e ci teniamo a farlo». Ha sprizzato gioia da tutti i pori il centrale Simone Anzani: «Gran bella partita e molto combattuta. Civitanova Marche era venuta carica per vincere, noi siamo stati un po’ sotto ritmo nel primo ed anche nel secondo set, poi ci siamo ripresi e dal terzo credo che abbiamo controllato bene la gara. Forse avremmo potuto fare qualcosa in più a muro ma possiamo essere soddisfatti, abbiamo consolidato il primato con sette punti di vantaggio».

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley febbraio 11, 2018 10:30