Massimo Colaci: «Perugia può farcela a Trento»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley febbraio 2, 2018 16:30
Colaci Massimo

il libero Massimo Colaci (foto Michele Benda)

Terminata la sbornia di coppe la Sir Safety Conad Perugia si accinge a riprovare il gusto del campionato. Se fino ad ora i block-devils si sono dimostrati imbattibili nei tornei delle varie coppe (3 successi in coppa Italia, 2 nella supercoppa italiana e 6 in champions league), nella superlega maschile hanno fatto altrettanto bene ottenendo 17 vittorie ed accusando solo due sconfitte. Trenta le partite disputate in totale nei quattro mesi di competizioni ufficiali, con numeri che dimostrano quanto il gruppo riesca a vendere cara la pelle. Gli umbri hanno macinato 63 set in campionato (51 vinti e 12 persi), 10 set in coppa Italia (9 a 1), 8 set in supercoppa (6 a 1), 23 set in champions league (18 a 5), per un totale di 104 set disputati di cui 74 conquistati, un rapporto che lascia intendere bene quanto risoluto sia stato il cammino percorso. L’allenatore Lorenzo Bernardi torna a concentrarsi sul fronte nazionale: «È un torneo molto più combattuto ed equilibrato rispetto al recente passato. La squadra si è fatta sempre trovare pronta fino ad ora e ringrazio i giocatori per questo. Ad ogni modo i primi tre posti della classifica sono ancora da decidere fra Perugia, Civitanova Marche e Modena. Dovremo fare molta attenzione per rimanere in vetta, a partire da domenica sul campo del Trento. Proveremo a vincere là dove non siamo riusciti nella passata stagione. Abbiamo davanti altri due traguardi e voglio che Perugia abbia ancora fame». Alla vigilia della ventesima giornata di campionato è il libero Massimo Colaci, ex di turno, a parlare: «Giochiamo a Trento che è un campo molto difficile, sarà una partita complicata. È inutile girarci intorno, nelle prossime due settimane abbiamo degli scontri delicati ma se vogliamo rimanere in alto in classifica dobbiamo vincerli. Il Pala-Trento non è un tabù, di certo negli ultimi anni ha visto la squadra di casa sconfitta poche volte ma non bisogna pensare che la missione sia impossibile. Non sappiamo con quale squadra partiranno ma il tipo di gioco che fanno lo conosciamo, sarò sempre molto veloce e spinto sulle bande. Mi aspetto che giochino molto meglio di quanto hanno fatto contro di noi in battuta e quindi dovremo essere bravi a tenere in ricezione. Lorenzetti è un tecnico che è abituato a cambiare l’assetto in campo quando qualcosa non lo convince e quindi possiamo prepararci a varie soluzioni. La pallavolo è uno sport nel quale ad ogni azione si riparte da capo, quando sono arrivato a Perugia mi sono trovato subito d’accordo con coach Bernardi che puntava a creare una mentalità vincente cercando di trasferire il concetto che anche se vai in difficoltà c’è la possibilità di riprenderti. Siamo cresciuti molto da questo punto di vista e questo fa la differenza, la finale di coppa Italia ne è la dimostrazione, pur perdendo il primo set siamo riusciti a rimontare e vincere. Perugia non è la favorita per lo scudetto ma è una pretendente accreditata e di certo nello spogliatoio cè voglia di dimostrare che sia la squadra più forte. Gli stimoli non mancano al nostro gruppo nemmeno dopo le due vittorie già terminate in bacheca».

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley febbraio 2, 2018 16:30