Perugia si arrende al tie-break a Modena

Pianeta Volley
By Pianeta Volley febbraio 25, 2018 20:30
Podrascanin Marko (attacco)

Sir Safety Conad Perugia in attacco con il centrale Marko Podrascanin (foto Michele Benda)

Si allunga la striscia negativa della Sir Safety Conad Perugia che non spezza la maledizione della febbre-gialla. È ancora impossibile esorcizzare la bestia nera nel suo Pala-Panini, ma i block-devils rimangono i favoriti per l’obiettivo scudetto. Il cammino ancora è lungo e pieno di ostacoli, ci vorrà anche un pizzico di fortuna per arrivare sino in fondo, ma ci sarà tempo per pensarci. Al momento i tifosi bianconeri, presenti in massa anche in questa trasferta, si devono accontentare di aver visto una squadra lottare alla pari con la Azimut Modena anche se poi hanno masticato amaro. Primo o poi la ruota gira e i canarini dovranno arrendersi, ancora non è arrivato quel momento ma c’è da stare certi che il tempo è maturo. Ci sono volute oltre due ore ed un tie-break al cardiopalma per assegnare la vittoria e alla fine i perugini non ce l’hanno fatta, subendo una serie di muri sul finale che hanno deciso il verdetto. Per il resto è difficile individuare un aspetto in cui i perugini sono stati su inferiori agli avversari, forse hanno commesso qualche errore di troppo, specie in battuta, ma quando l’obiettivo è scardinare la ricezione avversaria per impedire ad un regista come Mossa de Rezende di far girare la propria squadra ci può stare. Forse è stato giocato poco al centro dove Podrascanin ed Anzani non hanno avuto la loro miglior giornata in attacco, i perugini possono essere stati così prevedibili in fase offensiva ma questo vorrebbe dire cercare il pelo nell’uovo. Allora tanto vale fare i complimenti agli emiliani che sono per sempre la terza incomoda per la corsa allo scudetto e dirigere lo sguardo a Civitanova Marche con cui mercoledì si giocherà per la prima piazza del girone in champions league. Le prove tecniche di play-off sono cominciate.
AZIMUT MODENA – SIR SAFETY PERUGIA = 3-2
(21-25, 25-20, 25-20, 21-25, 15-13)
MODENA: Ngapeth E. 21, Urnaut 20, Holt 12, Argenta 12, Bossi 5, Mossa de Rezende 1, Rossini (L1), Pinali 3, Van Garderen. N.E. – Sabbi, Penchev, Ngapeth S., Franciskovic, Marra, Tosi (L2). All. Radostin Stoytchev.
PERUGIA: Atanasijevic 30, Russell 21, Zaytsev 16, Podrascanin 8, Anzani 5, De Cecco 1, Colaci (L1), Ricci, Della Lunga, Berger, Shaw. N.E. – Andric, Siirila, Cesarini (L2). All. Lorenzo Bernardi.
Arbitri: Fabrizio Pasquali (AP) e Sandro La Micela (TN).
AZIMUT (b.s. 16, v. 5, muri 11, errori 6).
SIR CONAD (b.s. 22, v. 8, muri 10, errori 11).

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley febbraio 25, 2018 20:30