Perugia suona bene, Civitanova Marche stecca

Pianeta Volley
By Pianeta Volley febbraio 10, 2018 22:33
DeCecco-Podrascanin (muro)

Sir Safety Conad Perugia a muro con Luciano De Cecco e Marko Podrascanin (foto Michele Benda)

Sul palco di Sanremo vengono lanciate le nuove canzoni ma la Sir Safety Conad Perugia ascolta la solita musica. Un ritornello che conoscono tutti a memoria che nessuno vuole smettere di cantare. Il tre a uno nel big-match della superlega maschile comincia a sapere di tormentone, ma piace molto agli oltre quattromila spettatori sugli spalti e alla fine la big Cucine Lube Civitanova resta in classifica dietro alle ‘nuove proposte’ costituite dai block-devils che vincono il festival del Pala-Evangelisti. I Sirmaniaci hanno accolto i loro beniamini con una nuova coreografia e con tanti striscioni dedicati al presidente Gino Sirci, convolato a nozze giovedì scorso. “sposi medagliati, sposi fortunati”. A tutti gli effetti i tre punti conquistati sono un regalo offerto dalla sua squadra e confezionato dalla tifoseria organizzata. Una competizione di altissimo livello. Di fatto è una partita tiratissima, che i padroni di casa si aggiudicano dopo una performance di quasi due ore, mettendo una ipoteca sul primo posto in stagione regolare. La partita è bella sul piano tecnico e straordinaria sotto il profilo agonistico: incerta, vibrante, combattuta, con pochissimi tempi morti. Al fischio d’inizio le formazioni sono quelle migliori, tra gli ospiti gioca da opposto il recuperato Sokolov. L’avvio è positivo per i civitanovesi che le azzeccano tutte e con Candellaro sugli scudi a muro vanno sul 6-12. Gli umbri non disperano e facendo leva su una difesa strepitosamente compatta ricostruiscono e vanno ad impattare grazie ad uno Zaytsev estremamente in palla (15-15). Nel momento migliore l’inerzia cambia di nuovo per via di un paio di errori perugini che ridanno coraggio ai rivali (18-22). Entra Berger che azzecca due attacchi e riduce il gap, dopo aver annullato tre palle-set c’è la possibilità di aggancio ma Russell spara in rete e consegna il vantaggio agli avversari. Alla ripresa partono meglio i locali con Russell che cerca di farsi perdonare ma i tre punti di margine non reggono a lungo e non appena si sbaglia qualcosa c’è il sorpasso (11-12). Sokolov spinge e porta a più due i suoi, prima che Colaci con le sue attente difese consenta ad Atanasijevic di mettere la freccia (21-19). A risolvere è proprio l’opposto serbo, otto palle a terra, che sigla il pareggio. Nella terza frazione si avanza a braccetto sino al 7-7, qui Perugia trova il break ma la situazione si capovolge con l’infinito Juantorena che trova soluzioni intelligenti (13-14). Malgrado i locali commettano più errori a risultare decisiva è la determinazione a muro (quattro punti) e in battuta (due ace), è infatti Russell dai nove metri a portare i suoi avanti due set ad uno. Il quarto periodo porta il marchio di Colaci che salva palloni a ripetizione, Atanasijevic e Russell li inchiodano a terra nel quadrato nemico (11-7). I cucinieri si reggono su qualche spunto di Sander e Juantorena ma appaiono più stanchi e non riescono a rientrare (20-16). L’ingresso di Kovar non può evitare il destino, a far esplodere il palasport è la veloce di Podrascanin.
SIR SAFETY CONAD PERUGIA – CUCINE LUBE CIVITANOVA = 3-1
(23-25, 25-22, 25-19, 25-20)
PERUGIA: Atanasijevic 23, Russell 13, Zaytsev 12, Podrascanin 10, Anzani 6, De Cecco 2, Colaci (L1), Berger 2, Della Lunga, Shaw. N.E. – Ricci, Andric, Siirila, Cesarini (L2). All. Lorenzo Bernardi e Carmine Fontana.
CIVITANOVA MARCHE: Sander 16, Juantorena 15, Candellaro 10, Sokolov 9, Cester, Christenson 3, Grebennikov (L1), Kovar, Zhukouski. N.E. – Stankovic, Marchisio, Casadei, Milan. All. Giampaolo Medei e Marco Camperi.
NOTE – Spettatori 4’066.
Durata dei set: 31’, 30’, 25’, 27’.
Arbitri – Giorgio Gnani (FE) e Roberto Boris (PV).
SIR CONAD (b.s. 17, v. 7, muri 9, errori 14).
CUCINE LUBE (b.s. 22, v. 4, muri 8, errori 8).


Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley febbraio 10, 2018 22:33