San Giustino risuscita e blocca Sassuolo

Pianeta Volley
By Pianeta Volley febbraio 25, 2018 13:00
Mezzasoma-Mearini (muro)

Sia Coperture San Giustino a muro con Elisa Mezzasoma e Valentina Mearini (foto Marco Bigozzi)

Una Sia Coperture San Giustino dai due volti, il primo che perde il set d’apertura sul filo di lana e che cede nettamente il successivo, il secondo che rinasce nel terzo e domina largamente il quarto imponendosi al tie-break. Forse nessuno sul due a zero avrebbe scommesso su un ribaltamento del genere. Nella partita più bella ed emozionante vista nelle ultime quattro stagioni di serie B1 femminile, le altotiberine superano la Canovi Coperture Sassuolo ponendo fine alla striscia positiva di nove vittorie consecutive della squadra emiliana, dimostrando di possedere gli attributi per puntare ai play-off, il terzo posto è appena un punto sopra. Non era facile contro la fuoriclasse cubana Taismary Aguero (premiata alla carriera prima dell’inizio della partita assieme alla connazionale Mirka Francia, tornata a San Giustino per salutare la compagna di squadra dei tanti trionfi olimpici e mondiali). Inizialmente le altotiberine cominciano con Stincone in regia, Mezzasoma opposta, Mearini e Iacobbi al centro, De Stefani e Tosti alla banda e Marinangeli libero. Le ospiti rispondono con la diagonale di posto-due Lancellotti e Obossa, centrali Crisanti e Squarcini, di banda Aguero e Boninsegna e alternanza iniziale fra i liberi Bici e Falcone. Al fischio d’inizio le ospiti rompono gli indugi ma Iacobbi e De Stefani ribaltano (12-10). Il punteggio rimane in bilico sino al 21-20, decisive sono Aguero ed Obossa allo sprint. Non c’è partita nella seconda frazione con Crisanti in evidenza, sul 5-15 Leonardi rileva Stincone ma il raddoppio è inevitabile. Nel terzo periodo le biancoazzurre appaiono trasformate, Mezzasoma comincia a scaldare la spalla e prende il largo ma le cinque lunghezze non reggono e le sassolesi riagganciano e mettono la freccia (19-21), Boninsegna va fuori bersaglio e restituisce ossigeno alle locali che riducono il divario. La quarta frazione comincia bene per le umbre (8-4). Le rivali inseriscono Gjoni, Galletti e Baldoni ma il gap si amplia (18-12), l’unica ad incidere è Squarcini ma la sentenza è rinviata. Al tie-break le ospiti sembrano avere ancora energia (7-10), Mearini e Mezzasoma ricuciono lo strappo sul 13-13. Due errori consecutivi delle emiliane consegnano la vittoria a San Giustino fra l’entusiasmo dei tifosi locali. Il tecnico Marco Gobbini si gode un successo che fa classifica e prestigio: «Una gran bella partita e una vittoria significativa anche per il contesto nel quale ci siamo trovati a giocare; il numeroso pubblico presente, gli osservatori venuti a vedere e la premiazione di Taismary Aguero e Mirka Francia prima del via. Se poi analizziamo la dinamica di questa sfida, eravamo sotto di due set. Abbiamo giocato a tratti sul punto a punto e infine abbiamo vinto, vuol dire che la squadra c’è e che ha dato un segnale di grande maturità». Grazie anche allo scossone del suo allenatore. «D’altronde, in quel frangente avrei dovuto fare qualcosa e allora ho deciso di colpirle nell’orgoglio. Sia chiaro, non è che le giocatrici abbiano cambiato la partita perché io mi sono fatto vedere a muso duro nei loro confronti; sono mosse che spesso non sortiscono effetti di questo genere, ma ovviamente non era nemmeno il caso che io stessi fermo e buono. Se è andata bene, e mi congratulo con le ragazze, è perché poi ho visto funzionare al meglio muro e difesa, ovvero le armi con le quali avremmo potuto battere Sassuolo. E ce l’abbiamo fatta».
SIA COPERTURE SAN GIUSTINO – CANOVI COPERTURE SASSUOLO = 3-2
(22-25, 10-25, 25-23, 25-14, 16-14)
SAN GIUSTINO: Mezzasoma 26, Mearini 15, Tosti 12, De Stefani 12, Iacobbi 6, Stincone 1, Marinangeli (L), Leonardi. N.E. – Fastellini, Giuliani, Casoli. All. Marco Gobbini e Claudio Nardi.
SASSUOLO: Obossa 28, Aguero 15, Squarcini 13, Boninsegna 10, Crisanti 6, Lancellotti, Bici (L1), Galletti, Gjoni, Baldoni, Falcone (L2). N.E. – Badalamenti, Credi. All. Enrico Barbolini ed Eddy Capra.
Arbitri: Francesca Mori e Luca Russo.
SIA COPERTURE (b.s. 7, v. 3, muri 13, ricezione 56% (perfetta 18%), attacco 30%, errori 25).
CANOVI COPERTURE (b.s. 7, v. 5, muri 7, ricezione 58% (perfetta 21%), attacco 30%, errori 25).

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley febbraio 25, 2018 13:00