Trestina spezza la maledizione contro Perugia

Pianeta Volley
By Pianeta Volley febbraio 6, 2018 08:00
Borsi Beatrice

Beatrice Borsi

La Trestina Volley torna a sorridere in serie D femminile e davanti al pubblico delle grandi occasioni mette a segno un tris delle meraviglie. Invertita la tendenza negativa con una prova convincente, mix di cuore e determinazione, le trestinesi ottengono un prezioso risultato positivo contro un’avversaria ostica come la Pallavolo Perugia Andromeda in quattro set (23-25, 25-12, 25-23, 25-22).  Il coach Giampaolo Rossi spiega: «Vincere così è davvero bello un successo meritato con la squadra che non solo ha vinto ma ha anche convinto. Le ragazze hanno tenuto bene dal punto di vista mentale, compiendo una grande rimonta. Al via, infatti, ci siamo trovati sotto 1-7 ed a premiarci è stata la nostra capacità di gestire le difficoltà. Abbiamo rimontato fino a quando non ci siamo portati sul 23-23, ma non abbiamo chiuso il set. In quel frangente ho detto alla squadra di stare tranquilla perché la rimonta mi lasciava ben sperare per il prosieguo della partita». E così è stato. Ci sono numerosi motivi per i quali questa vittoria risulta assai importante. In primis, perché Trestina ha così riscattato il kappao dell’andata. In seconda battuta, perché anche nell’annata precedente Perugia si era rivelata un’autentica bestia nera. «Lo scorso anno non eravamo mai riusciti a batterle ed è per questo che la vittoria vale doppia. Contro una squadra di prestigio, siamo riusciti a mettere in atto tutti gli accorgimenti sui quali c’eravamo preparati in settimana durante le varie sedute di allenamento. Per di più, nella gara precedente, nel corso delle fasi di difficoltà potevamo anche perdere uno, due o tre punti. In questa circostanza, invece, c’è stata la tenuta mentale che avevo richiesto. Sulle qualità tecniche finora possiamo ritenerci più che soddisfatti. È stata una settimana intensa nella quale sono stato un po’ cattivello con le ragazze. Durante gli allenamenti, le ho fatte giocare in otto contro otto e chi perdeva, faceva i gradoni. Inoltre ho cercato di fargli capire che eventuali errori arbitrali su punti non assegnati non avrebbero dovuto condizionarle. Se, dopo una schiacciata, una palla che entra dentro per il direttore di gara risulta fuori, non possiamo perdere la concentrazione e rischiare di compromettere anche il punto successivo. Devo dire che le ragazze erano arrabbiatissime e, aggiungo, che dopo l’allenamento gli ho spiegato che mi ero comportato così di proposito perché volevo da parte loro una reazione. La prova di questa sera è emblematica e sono molto contento di questo gruppo. Anche se gli allenamenti di questa settimana hanno giovato, in vista del prossimo turno torneremo alle sedute ordinarie». Ci scherza su l’allenatore, visibilmente appagato sia per il risultato che per la prova della sua compagine, ma già proiettato al prossimo incontro di campionato. «Giocheremo sabato 10 febbraio a Trevi, una squadra tosta e da prendere con le molle. Perciò ci prepareremo al meglio, cercando di proseguire di questi passi. Non sarà facile perché si tratta di una trasferta insidiosa, ma di sicuro venderemo cara la pelle. Colgo l’occasione per ringraziare i nostri tifosi e il numeroso pubblico che finora c’è sempre stato vicino. Contro Perugia sono venuti a vederci in massa e siamo felici che abbiano assistito ad una gran bella partita».
(fonte Trestina Volley)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley febbraio 6, 2018 08:00