Valentina Mearini: «San Giustino è cresciuta, play-off possibili»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley febbraio 14, 2018 23:00
Mearini Valentina

Valentina Mearini (foto Marco Bigozzi)

È una delle atlete che meglio incarna il nuovo corso della Sia Coperture San Giustino. Dall’inizio del 2018, cioè dopo la sconfitta di Quarrata, la formazione biancoazzurra ha messo insieme dodici punti in cinque partite, muovendo sempre una classifica che la pone ora ad una lunghezza dalla zona play-off. Con 23 punti a Cesena, 18 sabato scorso, con medie di realizzazione superiori al 40%, sei-otto muri vincenti a partita e anche a una battuta in grado di creare scompiglio dall’altra parte della rete, la centrale Valentina Mearini è una protagonista del momento: «Sto bene, su questo non ci sono dubbi ma diciamo che ancora non sono al 100%. Inoltre, il fatto di essere rimaste al centro soltanto io e Anna Lucia Iacobbi lascia poco spazio a entrambe per riposarsi, in allenamento, siamo sempre in prima linea, non c’è una terza centrale con la quale ci possiamo alternare». Certa è una cosa, le sofferenze dell’anno passato sembrano persino un lontano ricordo. «Ed è una delle cose che mi rendono più contenta, posso tranquillamente affermare che ora il ginocchio è a posto». Contro Moie, una vittoria sofferta ma meritata. «Concordo con l’opinione del nostro allenatore, Marco Gobbini, non è stato un punto buttato via, specie se si ripensa alla piega che aveva preso la partita e con noi inizialmente un po’ contratte. Abbiamo allora reagito con gran carattere, ma contro Moie, si sa, è sempre una battaglia difficile, perché si tratta di una squadra che non lascia cadere per terra un solo pallone. Adesso è tutta un’altra storia, l’amalgama è stata raggiunta, la convinzione è maggiore e i nostri meccanismi di gioco cominciano a essere ben oliati, anche se dobbiamo esprimerci meglio rispetto a sabato scorso. La stessa distribuzione dei palloni è più variegata». E la ventiquattrenne originaria di Sansepolcro colpisce in tutte le salse, primi tempi, fast, muri e anche battute. «Cerco più che mai di non ostinarmi su una sola soluzione o su un solo fondamentale. Se una cosa non funziona, mi preoccupo di farne bene un’altra, poi magari ci riprovo. Tutto qui». Domenica prossima, trasferta nella tana della capolista San Lazzaro di Savena, ancora in testa ma con il fiato al collo di Sassuolo dopo il kappao in quel di Macerata. «Ci prepariamo a questa sfida con tranquillità assoluta e allo stesso tempo con la giusta testa, pensando in primis a divertirsi, cosa non avvenuta all’andata perché non abbiamo proprio giocato. Un sabato da dimenticare, in altre parole. Stavolta però sarà un’altra partita, perché intanto la giocheremo e perché noi siamo cresciute». I play-off sono dunque alla portata. «Lo spero, ma evidenzio ancora le parole del nostro tecnico, l’obiettivo ce lo creiamo noi giorno dopo giorno, in allenamento».
(fonte San Giustino Volley)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley febbraio 14, 2018 23:00