Perugia soffre ma la spunta ancora su Trento

Pianeta Volley
By Pianeta Volley marzo 29, 2018 22:58
De Cecco Luciano (salvataggio)

Sir Safety Conad Perugia in azione con il regista Luciano De Cecco che attacca di prima intenzione (foto Michele Benda)

La Sir Safety Conad Perugia è in gran condizione e nella prima sfida della semifinale dei play-off scudetto impone la legge del Pala-Evangelisti con un tre ad uno sofferto alla indomabile Diatec Trentino. Malgrado la prolungata assenza di Russell, i block-devils giocano sciolti e senza pressione, mettendo alle corde una rivale che a tratti si è rivelata sicuramente di altissimo livello. La testa di serie numero uno della stagione regolare riesce a scoprire il fianco ai trentini che, da parte loro, dimostrano di essere squadra che non molla. L’inizio è di marca serba, la formazione umbra comincia alla grande con un micidiale Podrascanin (che avrà il 100% in attacco e cinque punti a referto) capace di andare a segno in tutti i fondamentali (5-2), dalla parte opposta risponde un cinico Vettori che rovescia (11-13). L’ulteriore ribaltamento arriva sui preziosismi di capitan De Cecco, un suo ace vale il più uno e un muro del neoentrato Shaw il più due (22-20). Allo sprint è un errore al servizio di Vettori a decretare l’uno a zero. Si riprende con i dolomitici più intraprendenti e capaci di sfruttare l’estro di Kovacevic per aprire un solco (7-12). Le difese di Colaci non bastano perché l’attacco non incide (un misero 33%) e sul 9-15 vengono gettati nella mischia Russell ed Andric ma la situazione non subisce scossoni (11-18). Il punteggio scorre via sino al pareggio siglato da Lanza. Nel terzo frangente sale in cattedra Atanasijevic che ritrova le sue spallate letali e spinge sul 10-6. Lanza prova a scuotere i suoi ma Zaytsev è una furia ed aumenta il ritmo (19-12). Le sostituzioni trentine rallentano il ritmo ed il neoentrato Teppan rimette il fiato sul collo (22-21). Il due ad uno arriva con qualche brivido sull’attacco di Berger. Il quarto periodo è all’inseguimento, Trento va avanti di tre ma subisce la riscossa di Berger e Zaytsev che rimettono in asse (13-13). Si avanza gomito a gomito e alla fine a far scorrere i titoli di coda è un muro di Zaytsev. A Pasqua si torna in campo per la seconda sfida e la tifoseria si prepara ad una santa trasferta.
SIR SAFETY CONAD PERUGIA – DIATEC TRENTINO = 3-1
(25-23, 18-25, 25-23, 25-22)
PERUGIA: Berger 14, Zaytsev 13,
Atanasijevic 12, Podrascanin 10, Anzani 10, De Cecco 1, Colaci (L1), Andric 2, Shaw 1, Russell 1, Della Lunga. N.E. – Ricci, Siirila, Cesarini (L2). All. Lorenzo Bernardi e Carmine Fontana.
TRENTO: Kovacevic 16, Lanza 13, Carbonera 8, Vettori 7, Kozamernik 7, Giannelli 2, De Pandis (L1), Teppan 6, Zingel 2, Hoag, Chiappa (L2). N.E. – Cavuto, Boninfante, Partenio. All. Angelo Lorenzetti e Francesco Petrella.
Note – Spettatori 3’800.
Durata dei set: 28’, 29’, 34’, 30’.
Arbitri – Daniele Rapisarda (UD) e Mauro Goitre (TO).
SIR (b.s. 20, v. 7, muri 10, errori 13).
DIATEC (b.s. 17, v. 3, muri 11, errori 12).

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley marzo 29, 2018 22:58