Perugia suda freddo ma poi fa sua gara-uno con Ravenna

Pianeta Volley
By Pianeta Volley marzo 10, 2018 22:30
Berger Alexander (attacco)

Sir Safety Conad Perugia in attacco con lo schiacciatore Alexander Berger (foto Michele Benda)

Il copione sembrava già scritto per la Sir Safety Conad Perugia che al Pala-Evangelisti ha scherzato col fuoco per tutto il tempo prima di riuscire ad imporsi. I bianconeri non offrono un bello spettacolo in gara-uno dei quarti di finale play-off e giocano un po’ contratti, la Bunge Ravenna ne approfitta per creare difficoltà anche se poi deve arrendersi in quattro set. L’importante era vincere per i block-devils che però non hanno potuto far riposare come volevano i loro uomini più spremuti, evidenziando la loro superiorità col muro di Podrascanin (cinque bollini) ma soprattutto con la difesa sensazionale di Massimo Colaci, salvatore della patria nei momenti caldi. I padroni di casa cominciano con Berger in banda ed Andric opposto, dall’altra parte della rete c’è Georgiev al centro. Dopo il fischio si capisce che la serata non è ideale, Buchegger trascina i romagnoli sul 3-8. Provano a scuotersi i bianconeri ma agli avversari va bene tutto e le distanze rimangono immutate (8-13). Sono proprio gli uomini che hanno meritato la maglia da titolare a cercare la riscossa con guizzi che riducono il gap (17-19). Malgrado gli otto regali concessi dai ravennati la rimonta non riesce e non Marechal porta sull’uno a zero. Alla ripresa c’è Atanasijevic in campo ma sono sempre gli ospiti a giocare con braccio sciolto per merito di un buon Marechal (5-8). De Cecco si carica sulle spalle i compagni ed Anzani piazza due colpi sufficienti ad impattare (12-12). Ma non basta perché i romagnoli ripartono e tornano avanti di tre, il recupero è opera della difesa e di capitan De Cecco che mura per il 21-21. Nel finale sprecano i perugini che regalano due-palle del possibile raddoppio, Ravenna però non ha fatto i conti con la difesa di Colaci che recupera tutto e permette ad Atanasijevic di pareggiare i conti. Nella terza frazione la battaglia resta accesa, nessuna delle due squadre riesce a prendere il comando (14-14). Ravenna ha sempre lo spunto per andare avanti e nel finale dispone di due palle-set, stavolta però è il muro di Zaytsev ad essere decisivo. Il quarto periodo comincia nel segno dei perugini che si sbloccano e salgono sul 16-11. Tutto facile nel finale con Atanasijevic che schianta a terra la palla della vittoria.
SIR SAFETY CONAD PERUGIA – BUNGE RAVENNA = 3-1
(20-25, 26-24, 28-26, 25-19)
PERUGIA: Zaytsev 15, Berger 11, Podrascanin 10, Anzani 10, Andric 3, De Cecco 2, Colaci (L1), Atanasijevic 17, Della Lunga, Shaw. N.E. – Ricci, Russell, Siirila, Cesarini (L2). All. Lorenzo Bernardi e Carmine Fontana.
RAVENNA: Marechal 25, Buchegger 20, Poglajen 9, Georgiev 6, Diamantini 3, Orduna 2, Goi (L), Raffaelli 1, Vitelli 1, Gutierrez, Pistolesi. N.E. – Mazzone, Marchini. All. Fabio Soli e Luigi Parisi.
Note – Spettatori 2’012.
Durata dei set: 25’, 32’, 34’, 27’.
Arbitri – Alessandro Tanasi (SR) e Marco Zavater (RM) – Ubaldo Luciani (AN).
SIR CONAD (b.s. 18, v. 3, muri 13, errori 9).
BUNGE (b.s. 19, v. 11, muri 3, errori 12).

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley marzo 10, 2018 22:30