Alessandra Casoli: «San Giustino può contare su di me»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Aprile 18, 2018 09:00
Casoli Alessandra (primo piano)

la schiacciatrice Alessandra Casoli

Ha fatto il suo esordio con la Sia Coperture San Giustino nel secondo set di sabato scorso, in quella che è stata la partita dalla durata in assoluto più breve da quando la squadra milita in serie B1 femminile. Dopo due mesi e mezzo di duro lavoro per recuperare la condizione, lo staff tecnico ha deciso che era arrivato il momento di inserire la quarantenne schiacciatrice Alessandra Casoli accolta dall’applauso del pubblico al suo ingresso in campo: «Sono venuta qui per dare una mano e sapevo benissimo fin dall’inizio quale sarebbe stato il mio ruolo, ovvero quello di esserci in caso di necessità. Sabato scorso, poi, l’allenatore ha dato spazio a tutte noi, poiché si erano create le giuste condizioni per la rotazione dell’intero organico. Per me personalmente, anche se gioco da oramai una vita, è stato ugualmente emozionante tornare in campo dopo undici mesi, non accadeva dall’ultima di campionato a Trieste, sempre in B1». In un’ora è stato liquidato quel Quarrata che all’andata fece altrettanto, impiegando solo qualche minuto in più. Il ritornello è sempre lo stesso, perché le altotiberine hanno due volti ben definiti in base al fattore campo. «All’andata ancora non c’ero, ma mi hanno raccontato di aver giocato in un palazzetto basso e piccolo, anche se la squadra non era assolutamente in serata. Può capitare a tutti. Il fatto che poi ci esprimiamo bene in casa e stentiamo fuori rispecchia in ultima analisi le caratteristiche di un campionato bello ed equilibrato e di un girone nel quale è vietato allentare la tensione, parla molto bene, in tal senso, anche l’ultima gara esterna da noi disputata a Montale Rangone. Quindi, a maggior ragione, in questo finale non dobbiamo mollare». A Padova sarà la volta buona per riprendere punti anche fuori casa. «Lo spero, purché non si commetta l’errore di rilassarsi o di pensare che sarà meno difficile solo perché le nostre avversarie sono già retrocesse. Anche chi è spacciato, vuole onorare fino in fondo la stagione, per cui dovremo stare molto concentrate, non dimenticando che giocheremo alla sera dopo affrontato la trasferta in assoluto più lunga». L’esperta atleta parla della sua esperienza sangiustinese. «Si sta rivelando positiva. Ringrazio la società per avermi dato l’opportunità di tornare nella mischia, altrimenti avrei appeso le ginocchiere al chiodo. Se ci dovesse essere bisogno nelle ultime tre gare sono sempre a disposizione».
(fonte San Giustino Volley)

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley Aprile 18, 2018 09:00