Lorenzo Bernardi: «A Perugia il sogno continua»

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 12, 2018 10:00
Sir Sicoma Colussi Perugia (team)

la squadra della Sir Sicoma Colussi Perugia impegnata nella champions league maschile (foto Andrej Komasky)

Prosegue alla grande il tour de force che vede la Sir Sicoma Colussi Perugia giocare in quattro giorni due gare esterne consecutive su due fronti: champions league e campionato. Una squadra che non perdona gli errori, così è stata definita Perugia dal tecnico Kontantinov del Novosibirsk, che ha aggiunto placidamente, sia nella vita che nello sport bisogna sapere perdere. Il primo passo è stato compiuto. I block-devils sono riusciti nuovamente a qualificarsi per le final four della competizione europea. A distanza di un anno il collettivo del presidente Gino Sirci ci prova ancora a salire su quel gradino più alto del podio che fu sfiorato e accarezzato al Pala-Lottomatica nella scorsa stagione. Una bella conferma quella ottenuta dalla compagine bianconera contro la temibile rivale Novosibirsk che è stata estromessa con grande autorità. Un risultato fortemente voluto dal gruppo che ha badato al sodo conquistando quei due set che gli servivano per poi far riposare i suoi uomini in vista del viaggio di ritorno e della partita di Trento. Non nasconde la sua gioia Lorenzo Bernardi: «È stata una partita molto importante. Avevamo il compito di entrare nella final four che sin dall’inizio della stagione era un obiettivo a cui tenevamo molto. Abbiamo lavorato sodo ed essere per la seconda volta consecutiva tra le prime quattro d’Europa è un grandissimo orgoglio ed un vanto per la società, per la città, per la regione e per tutta l’Italia. I ragazzi hanno dimostrato un carattere di ferro, grande determinazione e la ferma volontà di voler raggiungere l’obiettivo. Finora è una stagione straordinaria, dobbiamo continuare a sognare perché solo chi sogna in grande può arrivare a grandi risultati». La guida tecnica della squadra bianconera poi conclude con un pensiero per il compianto Siro Mazzieri che è una sorta di dedica. «Tu ci saresti venuto sicuro, ora da lassù urla con noi “fino alla fine forza Perugia”. È un’altra prima volta per la nostra società, ci siamo guadagnati la qualificazione sul campo e di questo dobbiamo essere molto contenti. Sono orgoglioso dei nostri giocatori… a Kazan ci siamo ed il nostro sogno continua». I rappresentanti bianconeri cominciano ad avere una certa confidenza con gli appuntamenti importanti. Gioia ed entusiasmo si mescolano in questo momento per il raggiungimento di un obiettivo che tutti gli sportivi si auguravano. Come sempre molto equilibrato il commento dello schiacciatore Aaron Russell a fine partita: «Sapevamo che Lokomotiv è una squadra molto forte e che gioca molto bene in casa. Nel primo set, siamo riusciti ad aggredire e in questo modo abbiamo vinto. Abbiamo commesso molti errori nel secondo, forse perché volevamo portare a termine il più rapidamente possibile il compito di raggiungere la fase finale della competizione. Tuttavia, nel terzo siamo tornati in gioco ed abbiamo vinto. Dopodiché, abbiamo perso la concentrazione poiché eravamo soddisfatti del raggiungimento del nostro obiettivo principale». La squadra perugina godrà di una giornata di riposo oggi, affrontando il volo di ritorno dalla Russia, prima di tornare ad allenarsi e concentrarsi sul fronte interno. Al termine dei quarti di finale ecco i risultati: Trento (Italia) – Civitanova Marche (Italia) 2-3 (19-25, 21-25, 25-20, 27-25, 15-17) (prima partita 1-3); Friedrichshafen (Germania) – Kendzezhin-Kozle (Polonia) 0-3 (19-25, 18-25, 13-25) (prima partita 2-3). La final four del 12 e 13 maggio avrà le seguenti semifinali: Kedzierzyn-Kozle – Civitanova Marche e Perugia – Kazan.

Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 12, 2018 10:00