Perugia abbaia e rende docile Civitanova Marche

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 22, 2018 20:30

 

De Cecco Luciano (alza)

Sir Safety Conad Perugia in azione col regista Luciano De Cecco (foto Michele Benda)

Allo sportivo tifoso del calcio che archivia una domenica di delusione, viene fortunatamente in soccorso la pallavolo che gli restituisce il sorriso. La Sir Safety Conad Perugia, infatti, non tradisce neanche questa volta. Il pomeriggio era nato sotto buoni auspici, ma poi si è concluso in gloria. I block-devils sbagliano l’avvio di partita, come poche volte accaduto nel corso di questa stagione, ma trovano nelle pieghe del proprio carattere le risorse morali per raddrizzare la situazione e capovolgerla a proprio vantaggio. La tanto sospirata rottura del ghiaccio è dunque raggiunta al primo colpo. Termina kappao la Lube Cucine Civitanova che aveva cominciato forte ma non ha saputo dare tutta la  continuità alla propria manovra. Alla luce del ranking maturato alla fine della stagione regolare, questa è la conferma che le formazioni sono le migliori del panorama. Tutto è ancora molto relativo, gli sportivi custodiscono come un piccolo tesoro, questa vittoria che i circa quattromila tifosi perugini prima accompagnano e poi salutano con straordinario calore. In realtà, è una vittoria sofferta e sudata. Perché il primo set vede dilapidare un vantaggio di 15-9 arrivando al 19-19 ed è recuperato con un colpo di reni proprio sotto lo striscione. Il secondo è comandato dai marchigiani dall’inizio alla fine con Juantorena che con mette giù quattro palle su cinque e pareggia. Nella terza frazione tutto bene di con il ritrovato Atanasijevic (sei colpi vincenti) che fa la voce grossa sino al 16-13. In questa fase, che vede il Pala-Evangelisti ribollente di tifo, i cucinieri faticano a carburare. Le ricezioni ospiti sono discrete, ma Christenson costruisce con minore precisione del solito e i martelli non vanno giù. Il quarto è ancora tribolato, i perugini partono a razzo (8-3), la differenza permane sino al 21-16, momento nel quale Juantorena a si fa sentire (21-20). Allo sprint gli umbri guadagnano due palle-match, la prima è annullata ma l’errore di Sokolov al servizio fa esplodere il Pala-Evangelisti. La squadra del presidente Sirci è lucida, si esalta e va a conquistare il primo punto di questa avvincente sfida scudetto.
SIR SAFETY CONAD PERUGIA – CUCINE LUBE CIVITANOVA = 3-1
(25-21, 22-25, 25-18, 25-23)
PERUGIA: Atanasijevic 20, Russell 12, Zaytsev 11, Anzani 10, Podrascanin 6, De Cecco 3, Colaci (L), Berger, Della Lunga, Shaw. N.E. – Ricci, Andric, Siirila, Cesarini (L2). All. Lorenzo Bernardi e Carmine Fontana.
CIVITANOVA MARCHE: Juantorena 22, Sokolov 19, Sander 6, Cester 5, Candellaro 3, Christenson 1, Grebennikov (L1), Kovar 1, Stankovic 2. N.E. – Zhukouski, Marchisio, Casadei, Milan. All. Giampaolo Medei e Marco Camperi.
Note – spettatori 3’852.
Durata dei set: 29’, 29’, 28’, 31’.
Arbitri – Stefano Cesare (RM) e Daniele Rapisarda (UD).
SIR (b.s. 19, v. 8, muri 7, errori 9).
LUBE (b.s. 19, v. 8, muri 6, errori 16).


Commenti

comments

Pianeta Volley
By Pianeta Volley aprile 22, 2018 20:30